Starbucks Milano, aperte le selezioni Come candidarsi per 150 posti di lavoro

Starbucks Milano, aperte le selezioni
Come candidarsi per 150 posti di lavoro

Sono ufficialmente iniziate le selezioni per lavorare nel colosso americano: alla fine saranno selezionati 150 tra baristi e camerieri.

Tutto pronto a Milano in Piazza Cordusio per l’apertura della Milan Reserve Roastery di Starbucks, il colosso americano della caffetteria. Sono iniziate le selezioni per il personale: all’azienda sono pervenute 5mila domande e sono stati selezionati, da una prima scrematura, 500 profili. Saranno in 150 alla fine, tra camerieri e baristi, a lavorare per il colosso americano che in Italia è partner del Gruppo Percassi.

L’apertura del primo store italiano è prevista per settembre: avrà una torrefazione interna e servirà soltanto miscele pregiate «Starbucks Reserve», prodotte da piccoli coltivatori indipendenti. Accanto alla tradizionale offerta Starbucks, e all’immancabile espresso, sarà in vendita anche uno speciale caffè filtrato, fatto sul momento (tempo di preparazione, circa 3-4 minuti). Del resto l’Italia è considerata una sfida molto difficile per il colosso americano fondato 47 anni fa a Seattle da Howard Schultz, che pure è già presente in 76 Paesi del mondo con quasi 28mila caffetterie e 300mila dipendenti (per il 70% under 30). È dal 1983 – quando Schultz venne per la prima volta a Milano – che il fondatore coltiva il sogno di aprire nel nostro Paese.

© RIPRODUZIONE RISERVATA