Tecnofreight, 20 anni di spedizioni E ora apre in Brasile e Marocco

Tecnofreight, 20 anni di spedizioni
E ora apre in Brasile e Marocco

Gli esordi nel 1997, in quello che era un piccolo negozio di 40 metri quadri adibito ad ufficio. Dopo soli due anni il trasloco in uno spazio più grande di circa 300 metri quadri per quella che è la Tecnofreight, casa di spedizioni internazionali, che oggi e domani festeggia i suoi 20 anni.

In occasione di questo compleanno cade anche l’apertura delle prime due filiali all’estero: a breve in Brasile (a San Paolo) e verso fine anno in Marocco, a Casablanca. Tornando al quartier generale della società, nel 2000 l’ultimo cambiamento, con la costruzione di una palazzina di circa 700 metri quadri che ancora oggi ospita la sede dell’azienda, nella zona artigianale di Osio Sotto, e con l’acquisto di un magazzino di circa 4.000 metri quadri (una parte, ora, è doganale).

Alla crescita in termini di spazio, si affianca quella in termini di fatturato e dipendenti. Se nel ’97 l’azienda fondata da Alessandro Saponaro era partita con ricavi pari a 876 mila euro, nel 2016 il giro d’affari si è attestato a circa 22 milioni. Soffrendo in parte il crollo, a livello internazionale, del traffico via mare, «ma quest’anno puntiamo al recupero», dice Saponaro, considerando che nel 2015 il fatturato si era attestato a 25 milioni. Nei primi quattro mesi del 2017, a incidere maggiormente sui ricavi sono i servizi dedicati al trasporto via mare (40%), in seconda battuta al trasporto via aerea (35%) e infine al trasporto su gomma. Per quanto riguarda il personale, si è passati dai quattro dipendenti iniziali all’attuale sessantina. «Tanti giovani hanno fatto il loro ingresso in azienda attraverso lo stage, la formazione con l’Enaip prima e l’Its mobilità sostenibile poi, l’apprendistato e infine l’assunzione a tempo indeterminato - precisa Saponaro -. Alcuni ora hanno responsabilità di linea e di traffico».

La festa per i 20 anni oggi si terrà al Casinò di San Pellegrino: all’evento sono attesi più di 220 invitati tra dipendenti, clienti, fornitori e corrispondenti italiani (circa 140) e agenti esteri (una ventina). Domani le celebrazioni continuano con un torneo di golf che si disputerà sul campo Ai colli di Bergamo Golf con premiazione finale dei vincitori.

© RIPRODUZIONE RISERVATA