Giovedì 13 Marzo 2014

C’è «Vita Nova» a Brescia

La sfida culinaria di 4 giovani

Vita Nova a Brescia

E’ iniziata una “Vita Nova” per quattro baldi giovanotti che in via Stretta 48 a Brescia hanno deciso di mettersi in sala e ai fornelli per sfidare gusti e palati più esigenti.

In un periodo di bassa congiuntura e non facile per chi si occupa di ristorazione, quella dei quattro non è però un’avventura spericolata, bensì una coraggiosa decisione. Per Roberto Giannoni, Francesco Fascella, Alessio Guerriero, Erdjan Misini viene prima di tutto la professionalità.

E – tengono a sottolinearlo – per loro mangiare significa vivere un’esperienza gastronomica, dalle mille sfaccettature, che soddisfi papille gustative, ma anche tutti gli altri sensi, in un contesto sobrio ed elegante, davanti al green di un campo da golf.

Vita Nova è arredato in modo semplice, ma al tempo stesso raffinato, con quei toni pastello, quasi neutri, delle sedie e delle pareti che conferiscono un aspetto decisamente giovane e fresco.

Se il poema di Dante – Vita Nova appunto – altro non è che un prosimetro sul concetto di memoria, la cucina del Vita Nova riprende sicuramente tempi passati con i sapori tramandati della tradizione bresciana, ma li unisce ad altri insolitamente nuovi ed originali, fino a creare un equilibrio in ogni piatto

Roberto Giannoni viene dalla medicina, ha mollato libri di anatomia, ma confida di trovare un che di divertente quando entra in cucina magari per disossare un coniglio. Gli viene meglio però stare in sala ad accogliere i clienti e soprattutto a gestire il ristorante in ogni suo aspetto.

Il timone della cucina resta saldamente in mano a Francesco Fascella che ha lavorato al Relais Franciacorta ed è stato collaboratore di Vittorio Fusari alla Dispensa Pani e Vini di Adro. La pasticceria è opera di Alessio Guerrini, mentre Erdjan Misini è responsabile di sala.

La carta è ben strutturata fra tradizione, innovazione e qualche incursione anche nella cucina esotica. Dalla zuppa in stile thai alla ricciola marinata con melissa e granita al mandarino, dai ravioli di coniglio alle fettuccine verdi con triglie. Fra i secondo il piccione e il polpo con crema di topinambur. E poi i classici padani: trippa, braciole di maiale, cotechino nostrano.

Nelle corde di Giannoni e Fascella vi sono altri piatti della tradizione come il risotto allo zafferano con quaglietta al forno o la guancina di vitello.

Il locale è disponibile anche per serate a tema e banchetti, pranzi di lavoro e business lunch. Basta guardare il sito per scoprire eventi passati e futuri del Vita Nova. Siamo solo agli inizi, ma il ristorante – siamo certi – farà parlare di sé.

E.R.

Ristorante Vita Nova Via Stretta 48, 25128 Brescia

[email protected]

+39 0302091464

www.ristorantevitanova.it

© riproduzione riservata