«Grazie don Francesco», l’ultimo abbraccio al parroco di San Paolo d’Argon
Un momento del funerale (Foto by Colleoni)

«Grazie don Francesco», l’ultimo abbraccio al parroco di San Paolo d’Argon

Celebrati nella mattinata di martedì 27 luglio i funerali di don Francesco Spinelli, morto venerdì scorso a 64 anni. Il «grazie» della gente da tutte le parrocchie bergamasche che in questi quarant’anni hanno camminato con lui.

Il vescovo Francesco Beschi, oltre 70 sacerdoti e tanta gente hanno dato l’ultimo saluto, martedì mattina nella parrocchiale di San Paolo d’Argon, al parroco don Francesco Spinelli, morto venerdì scorso all’età di 64 anni dopo una lunga malattia. Per salutare don Francesco sono arrivate a San Paolo persone da tutte le parrocchie bergamasche dove dal 1981, anno della sua ordinazione sacerdotale, aveva prestato servizio: tra loro, c’erano i sindaci di San Paolo d’Argon Stefano Cortinovis, di Treviolo Pasquale Gandolfi, di Ponte San Pietro Marzio Zirafa e una rappresentanza dell’amministrazione di Albino, paese di origine di don Spinelli. Il funerale è stato trasmesso anche in diretta streaming sulla pagina Facebook dell’Oratorio di San Paolo d’Argon, a beneficio degli ammalati e delle persone lontane che non hanno potuto presenziare. Tra coloro che hanno seguito la diretta, anche monsignor Eugenio Coter, vescovo del vicariato apostolico di Pando (Bolivia) e compagno di Messa di don Spinelli. E proprio i social network in questi giorni sono stati la «voce» della gratitudine della gente, con tantissimi messaggi dedicati a don Francesco Spinelli.

Un momento del funerale

Un momento del funerale
(Foto by Colleoni)

«La repentina scomparsa di don Francesco – ha detto il vescovo Francesco Beschi – ci lascia nel dolore. Lo accompagniamo verso il Signore con il nostro affetto, la nostra preghiera e la nostra ammirazione». A ricordarlo in chiesa anche don Ettore Galbusera, parroco di Trescore e compagno di Messa di don Francesco, che ha ricordato il loro rapporto di amicizia e stima reciproca, evidenziando il ruolo di guida forte che don Francesco Spinelli sapeva mettere al servizio delle comunità. Il sindaco Cortinovis ha infine ricordato i tanti momenti belli dei 5 anni di don Francesco a San Paolo d’Argon. Al termine della Messa, il feretro è stato portato ad Albino, nella chiesetta di Sant’Anna, dove resterà fino a mercoledì mattina: alle 10 nella parrocchiale sarà celebrata una Messa, seguirà la tumulazione al cimitero.

Don Spinelli era nato il 5 maggio 1957 ad Albino. Dopo l’ordinazione sacerdotale (20 giugno 1981) era stato vicario parrocchiale e direttore degli oratori di Bonate Sopra (1981-82) e Ponte San Pietro (1982-92). Poi era diventato parroco di Locatello e di Corna (1992-99) in Valle Imagna e contemporaneamente vicario locale del vicariato di Rota Imagna (1996-99) e membro del Consiglio Pastorale diocesano (1997-2000). Nel 1999 il suo arrivo nell’antica parrocchia di Treviolo come parroco, dove rimase fino al 2016, infine l’approdo a San Paolo d’Argon.

Tanta gente anche sul Sagrato

Tanta gente anche sul Sagrato
(Foto by Colleoni)


© RIPRODUZIONE RISERVATA