Lottò per un’Italia libera Addio all’ultimo partigiano
Albino Previtali

Lottò per un’Italia libera
Addio all’ultimo partigiano

Albino Previtali si è spento a 94 anni. Protagonista della resistenza a partire dalle officine della Dalmine.

Era l’ultimo partigiano dalminese ancora in vita. Presidente onorario della sezione Anpi di Dalmine, cittadino benemerito dal 2015, Albino Previtali, si è spento martedì 22 ottobre a mezzogiorno nella sua casa di viale Betelli a Dalmine all’età di 94 anni.

Albino non mancava mai ad un 25 aprile o ad una manifestazione in cui si raccontava la resistenza: sempre pronto ad incontrare i più giovani per spiegare loro, che vivono oggi in un mondo completamente diverso, cosa furono il fascismo, la resistenza e la guerra a Dalmine e in provincia negli anni 30’ e 40’. Diventato quasi un simbolo, era il rappresentante vivente di tutti i partigiani dalminesi (e di quelli che hanno gravitato intorno alla fabbrica, punto di riferimento per intere generazioni di antifascisti) che lottarono contro «la dittatura nazi-fascista per costruire una nazione libera e democratica, basa sui principi della solidarietà, della giustizia e dell’uguaglianza civile e sociale», prendendo in prestito le parole usate dal Comune quando l’ha insignito della benemerenza civica.

I funerali si svolgeranno giovedì 24 ottobre alle 14,30 nella chiesa di Sforzatica Sant’Andrea.


Approfondisci di più l’argomento acquistando a 0.99 euro la copia digitale de L’Eco di Bergamo del 23 ottobre 2019.

© RIPRODUZIONE RISERVATA