«Qui colpire un aereo è facile» Il pakistano dell’Isis parlava di  Orio?

«Qui colpire un aereo è facile»
Il pakistano dell’Isis parlava di Orio?

Aftab Faarooq - il pakistano di 26 anni residente a Vaprio d’Adda ed espulso lunedì su ordine del ministero dell’Interno - sarebbe stato pronto a colpire l’aeroporto di Orio al Serio.

Secondo gli investigatori, dalle intercettazioni telefoniche raccolte dal cellulare dell’uomo agganciato alle celle nei pressi dello scalo bergamasco, sarebbe emerso che il magazziniere seguace dell’Isis avrebbe detto: «Se si vuole attaccare un aereo non è difficile, guarda, c’è soltanto un filo», riferendosi - pare - alla rete di recinzione che costeggia il sito aeroportuale.

Lo scrive il sito del Corriere della Sera citando gli investigatori del Ros di Milano.

La decisione di colpire in Italia sarebbe maturata dopo che il pakistano non riuscì ad unirsi all’esercito dello Stato Islamico.


© RIPRODUZIONE RISERVATA