Morti ancora due medici bergamaschi Sono  52 i camici bianchi deceduti in Italia

Morti ancora due medici bergamaschi
Sono 52 i camici bianchi deceduti in Italia

Si tratta di Giulio Calvi, medico anestesista di 73 anni che era ricoverato al Bolognini di Seriate e l’ematologo Benedetto Comotti di 74 anni.

Continua ad allungarsi la lista dei decessi tra i camici bianchi per l’epidemia di Covid-19, aggiornata dalla Federazione nazionale degli ordini dei medici (Fnomceo): altri due medici bergamaschi si aggiungono a questo triste elenco: il Giulio Calvi, anestesista rianimatore e Benedetto Comotti, ematologo di Bergamo. Il totale dei decessi tra i camici bianchi sale a 52.

Giulio Cavil

Giulio Cavil

Giluio Calvi, originario di Telgate, era medico anestesista rianimatore, aveva 73 anni ed era ricoverato proprio a causa del coronavirus all’ospedale Bolognini di Seriate. Purtroppo non ce l’ha fatta a sconfiggere il virus invisibile che lo aveva colpito.


© RIPRODUZIONE RISERVATA