Marina Loreto, mistero lungo 26 anni Una panchina rossa per ricordarla
La panchina rossa dedicata Marina Loreto

Marina Loreto, mistero lungo 26 anni
Una panchina rossa per ricordarla

La giovane fu uccisa nel 1993 nei pressi del Famedio di Ponte San Pietro: ancora oggi buio totale sul colpevole e sul movente. Ma la sua memoria è sempre viva: l’iniziativa delle amiche e dei compagni di classe delle Scuole medie.

Una ragazza uccisa, Marina Loreto. Un caso irrisolto e una memoria sempre viva: quella, ma non solo, delle sue amiche – tra cui la presidente dell’associazione commercianti di Ponte San Pietro, Mara Consonni, e l’assessore alle Pari opportunità, Yvonne Maestroni – e compagni di classe delle scuole medie. A Marina, uccisa a 28 anni nel 1993 da un assassino rimasto ignoto nei pressi del Famedio di Ponte, gli amici hanno voluto dedicare una panchina, che loro stessi hanno verniciato di rosso, collocata nel luogo della sua scomparsa. Mentre in occasione della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne del 25 novembre, su un’altra panchina, sempre riverniciata di rosso, in via Garibaldi, comparirà una scritta tratta dalla «Lettera alle donne» di San Giovanni Paolo II: «Grazie a te, donna, per il fatto stesso che sei donna! Con la percezione che è propria della tua femminilità tu arricchisci la comprensione del mondo e contribuisci alla piena verità dei rapporti umani».

«Per sensibilizzare l’intera cittadinanza e tutte le generazioni contro la violenza sulle donne – informa l’assessore Maestroni – l’amministrazione comunale ha deciso di rendere ben visibili due simboli che aiutino a riflettere su questa importante tematica anche semplicemente passando o transitando nelle vie del nostro paese: l’impegno infatti vale per tutti i giorni dell’anno e non solo nelle giornate dedicate. Di conseguenza, sono state scelte due panchine da riverniciare di colore rosso. Una si trova in via Garibaldi, proprio sotto il palazzo comunale, in pieno centro nello spazio che si affaccia sul fiume Brembo. La seconda invece è collocata nel giardino comunale dietro al monumento del Famedio: quest’ultima ha una valenza particolare perché permetterà alla comunità di ricordare e far vivere la memoria di Marina Loreto, una nostra giovane concittadina uccisa proprio in quel punto, 26 anni fa». L’inaugurazione della panchina dedicata a Marina Loreto è prevista domenica 24 novembre alle 10.


© RIPRODUZIONE RISERVATA