Audi A4: nuovi allestimenti e motori

Audi A4: nuovi
allestimenti e motori

In vista del 2021, la gamma di Audi A4 può contare su motorizzazioni ancora più efficienti grazie all’estensione dell’omologazione WLTP 3.0, al rafforzamento dell’offerta mild-hybrid - oltre il 75% dei propulsori sono MHEV a 12 o 48 Volt - e a potenze più elevate.

Ad allestimenti ampliati in materia di connettività e sicurezza si accompagna l’entrata a listino della nuova versione Identity Contrast, dedicata ad Audi A4 Allroad Quattro. Immutata la rata di 299 euro della formula d’acquisto Audi Value. Nel 2019 riferimento nel segmento D con oltre 7.400 immatricolazioni - un successo trainato dalla versione Avant, per il quarto anno consecutivo la famigliare premium più amata dagli Italiani - Audi A4 è un’icona del brand dei Quattro anelli. Dopo aver assimilato il nuovo linguaggio stilistico del marchio, aver adottato l’ampio display MMI touch, in grado di replicare in abitacolo l’intuitività dei comandi tipica degli smartphone, e aver portato al debutto assoluto la piattaforma modulare d’infotainment MIB 3, caratterizzata da una superiore potenza di calcolo, in vista del 2021 la gamma A4 può contare su motorizzazioni ancora più performanti ed efficienti.

Quest’ultime sono in larga parte assistite dalla tecnologia mild-hybrid e omologate secondo la normativa antinquinamento WLTP 3.0. La famiglia A4 è ora composta, considerando anche le versioni sportive Audi S4 e Audi S4 Avant TDI da 347 CV, da 26 varianti a listino, delle quali ben 20 - il 76% dell’offerta - con tecnologia mild-hybrid a 12 o 48 Volt. Altrettanto degna di nota la continua evoluzione dei propulsori nell’ottica della massima efficienza. Un’ulteriore novità è costituita dalla motorizzazione 2.0 TFSI S tronic, portata da 190 a 204 CV. Riservata ad Audi A4 e Audi A4 Avant, è disponibile nelle configurazioni a trazione anteriore oppure Quattro con tecnologia ultra. Il sistema mild-hybrid a 12 Volt garantisce, analogamente al resto della gamma MHEV, i vantaggi in termini di mobilità e fiscalità connessi con l’omologazione ibrida. Quanto all’offerta Diesel, si rinnova il propulsore 2.0 (40) TDI quattro S tronic che ora eroga 204 CV contro i precedenti 190, e 400 Nm di coppia.

Cuore del sistema mild-hybrid a 12 Volt è l’alternatore-starter azionato a cinghia (RSG) collegato all’albero motore che, nelle fasi di decelerazione, recupera energia, successivamente immagazzinata nella specifica batteria agli ioni di litio e veicolata ai dispositivi integrati nella rete di bordo. Quando il conducente rilascia il pedale dell’acceleratore in un range di velocità compreso tra 55 e 160 km/h, Audi A4, Audi A4 Avant e Audi A4 Allroad Quattro 2.0 TDI quattro S tronic MHEV 12V possono avanzare per inerzia (veleggiare) a motore acceso o spento. Il campo d’azione del sistema start/stop risulta ampliato e la riaccensione del propulsore avviene in modo particolarmente rapido e pressoché impercettibile. Ne consegue una riduzione dei consumi e delle emissioni sino al 10% nel caso di Audi A4 Avant e fino all’11% per Audi A4 allroad quattro. Audi A4 Avant 2.0 TDI 204 CV Quattro S tronic scatta da 0 a 100 km/h in 7,1 secondi e raggiunge una velocità massima di 236 km/h. Il rinnovato motore Diesel rientra anch’esso nei valori limite previsti dalla normativa antinquinamento Euro 6 d. Il modello 2021 è caratterizzato per le varianti Berlina, Avant e Allroad Quattro da un marcato rinnovamento dell’allestimento Business. Sono ora inclusi il sistema di navigazione MMI plus con MMI touch, forte dei servizi Audi connect navigation & infotainment plus, l’assistente agli abbaglianti, il sistema di ausilio al parcheggio plus, basato sull’azione dei sensori a ultrasuoni anteriori e posteriori che forniscono indicazioni visive e acustiche dell’area di manovra, il volante multifunzione plus a tre razze rivestito in pelle e il Pacchetto assistenza Tour, riservato alle vetture con trasmissione S tronic.

All’interno del Pacchetto Tour spicca l’adaptive cruise control con funzione Stop&Go per la regolazione automatica della distanza dal veicolo che precede. Il sistema integra le funzioni del traffic jam assist e dell’active lane assist. Il conducente viene coadiuvato nelle accelerazioni e nelle frenate oltre che nel mantenimento della velocità e della distanza anche durante la guida in colonna. Una tecnologia che, in abbinamento al predictive efficiency assistant, frena e accelera la vettura in modo predittivo anche in assenza di un’auto antistante. A tal fine, il sistema attinge alle indicazioni Car-to-X, ai dati della navigazione e ai segnali stradali. Il pacchetto include inoltre l’assistente alla svolta, agli ostacoli (collision avoid assist), il riconoscimento della segnaletica basato su telecamera e l’Audi pre sense front. Le nuove dotazioni della versione Business si aggiungono a equipaggiamenti di pregio - confermati - quali il supporto lombare a regolazione elettrica a 4 vie per i sedili anteriori, l’Audi smartphone interface, che consente un dialogo privilegiato tra vettura e device iOS e Android tramite i protocolli Apple CarPlay e Android Auto, la strumentazione semi-analogica a colori e il serbatoio da 24 litri per l’AdBlue (limitatamente alle motorizzazioni TDI). Nuove dotazioni di serie anche per la versione S line edition, top di gamma delle famiglie Audi A4 e Audi A4 Avant. Rispetto al MY20, viene incluso nel primo equipaggiamento l’assistente agli abbaglianti, mentre il Pacchetto assistenza Tour, non compatibile con il volante sportivo, è offerto quale optional senza sovrapprezzo. Quanto alla piattaforma d’infotainment MIB 3, grazie alle innovazioni introdotte dal model year 2021, l’aggiornamento delle mappe avviene mensilmente anziché ogni tre mesi. Il comando vocale, in grado di riconoscere le espressioni di uso comune, risponde alle domande non solo sulla base delle informazioni presenti a bordo, ma anche sfruttando le conoscenze nel cloud. L’attivazione avviene anche tramite le hot word «Hey Audi» e «Alexa».

Grazie alla trazione integrale quattro, di serie, e alla maggiore altezza libera dal suolo rispetto ad Audi A4 Avant, Audi A4 Allroad Quattro coniuga comfort e propensione alla marcia fuoristrada. Dalla famigliare si distingue per dettagli quali la protezione sottoscocca e le modanature ai passaruota, i mancorrenti al tetto più pronunciati e le carreggiate ampliate di 6 millimetri all’avantreno e 11 millimetri al retrotreno. In occasione del model year 2021, la personalità off-road della vettura viene ulteriormente sottolineata dall’introduzione della versione Identity Contrast, al top della gamma. Realizzato sulla base della variante Business Evolution MY21, questo allestimento è caratterizzato da cerchi in lega da 18 pollici a 5 razze a V, dai sedili anteriori sportivi riscaldabili e rivestiti in pelle/similpelle, dall’assistenza alla partenza e dal Pacchetto look alluminio esterno che prevede i mancorrenti al tetto e le cornici dei finestrini in alluminio anodizzato mentre le ampliate longarine sottoporta spiccano per l’inserto in argento selenite opaco.


© RIPRODUZIONE RISERVATA