Lunedì 10 Marzo 2014

Incentivi Piaggio

fino al 31 marzo

Motocicli Piaggio

Gli scooter best seller del Gruppo Piaggio potranno essere acquistati con un vantaggio da 500 euro fino a 750 euro, grazie a una grande iniziativa di incentivazione al rinnovo del parco circolante delle «due ruote» italiane lanciata dal Gruppo.

Nella maggior parte delle città italiane sono da tempo in vigore restrizioni alla circolazione per motocicli e ciclomotori. Tali divieti possono essere applicati, con differenti approcci normativi, secondo il tipo di omologazione «Euro 0» e/o «Euro 1» e secondo la motorizzazione (2 o 4 Tempi).

Una situazione che è in continua evoluzione e che in quest’ultimo periodo sta coinvolgendo decine di centri italiani, di grandi come di piccole dimensioni, con vincoli sempre più restrittivi. Pertanto migliaia di scooteristi rischiano di trovarsi con un veicolo non più utilizzabile, totalmente privo di valore commerciale a causa delle restrizioni al traffico, e che non beneficia di alcun tipo di incentivo statale per la sua sostituzione.

Al fine di contribuire al rinnovo del parco circolante delle «due ruote» italiane, promuovendo la diffusione di nuovi ed ecologici veicoli, e per essere il più possibile vicino ai potenziali clienti, il Gruppo Piaggio ha definito un proprio piano di incentivi che - nel corso del mese di marzo - giunge in aiuto di chi abbia intenzione di cambiare il suo vecchio due ruote con un veicolo tecnologicamente avanzato, affidabile, sicuro, e rispettoso dei più severi standard contro le emissioni inquinanti.

Grazie a questa iniziativa di incentivazione, illustrata nel dettaglio dal sito del Gruppo Piaggio «sepotessecircolare.com», sino al 31 marzo i clienti potranno beneficiare - a fronte della sostituzione di un vecchio veicolo Euro 0 o Euro 1 - di un contributo da 500 a 750 euro a seconda del nuovo veicolo acquistato.

L’offerta del Gruppo Piaggio è valida su autentici best seller del mercato italiano ed europeo, quale l’intera gamma di Piaggio Mp3, il rivoluzionario scooter a tre ruote che ha stabilito nuovi standard di sicurezza e divertimento nella guida, o lo scooter GT a ruote alte Piaggio Beverly nelle diverse cilindrate da 125 a 350cc, o la gamma dei modelli «targati» (100, 125 e 200cc) della famiglia Scarabeo.

Il rinnovo del parco circolante dei veicoli motorizzati, a due come a quattro ruote, con la sostituzione dei mezzi più obsoleti, è di fondamentale importanza per il miglioramento della qualità dell’aria nelle città in cui viviamo. Per quanto riguarda il mondo delle «due ruote», in Italia - secondo i dati di Confindustria Ancma - al 2013 esiste un parco circolante di circa 8.600.000 due ruote complessive (ciclomotori, scooter e motocicli).

Poco meno della metà di questo parco circolante, circa quattro milioni di veicoli, è composto da «due ruote» Euro 0 o Euro 1. Ipotizzando la completa sostituzione di questi veicoli con altrettanti ciclomotori, moto e scooter rispondenti alle più severe normative attuali, la circolazione delle «due ruote» in Italia genererebbe il 34% in meno di emissioni di CO2 (anidride carbonica) e il 35% in meno di emissioni di HC+NOx (idrocarburi incombusti e ossidi di azoto).

Il concessionario o rivenditore autorizzato del Gruppo Piaggio aderente all’iniziativa provvederà al ritiro del veicolo obsoleto di proprietà del cliente, con il relativo libretto, al fine di provvedere alla radiazione o rottamazione del mezzo.

© riproduzione riservata