Sabato 01 Marzo 2014

Verso Ginevra/9

La 500 si fa Cult

Particolari della 500 Cult

Debutta al Salone di Ginevra 2014 la nuova Fiat 500 Model Year 2014 che introduce importanti novità di prodotto in termini di stile e contenuti tecnologici. A iniziare da 3 nuove tinte di carrozzeria - Verde Lattementa, Bianco tristrato e Blu Italia, quest’ultimo esclusivo dell’allestimento S - e da 3 nuovi cerchi in lega da 15” o 16”, proposti di serie a seconda degli allestimenti.

Inoltre, con il rinnovamento della gamma debuttano dei nuovi interni, in tessuto o in pelle, con combinazioni specifiche per ogni allestimento. L’abitacolo si rinnova anche nelle dotazioni come dimostra il nuovo e innovativo quadro strumenti con display TFT 7’’ realizzato in collaborazione con Magneti Marelli, il gruppo internazionale che opera nell’ambito della progettazione e nella produzione di sistemi e componenti ad alta tecnologia per autoveicoli. In dettaglio, questo dispositivo fornisce tutte le informazioni utili al guidatore e dimostra, ancora una volta, l’anima «trendsetter» del modello, un’icona che è sempre un passo avanti.

Tra le tante novità introdotte dal Model Year 2014 vi è anche la nuova l’inedita Fiat 500 Cult, la versione top di gamma da «collezionisti» che racchiude in sé il meglio delle novità 2014 offrendo un esclusivo livello di stile, nuovi contenuti tecnologici - come il sistema vivavoce Blue&Me con Bluetooth e climatizzatore automatico di serie - e prestazioni in linea con il più esigente e attento cliente della Fiat 500 MY 2014.

La generazione 2014 della 500 contribuirà a consolidare il successo globale del modello-icona Fiat. Nasce così un vero e proprio «effetto 500» che ha contagiato non solo la sfera automotive ma è diventato fonte d’ispirazione anche in altri ambiti: dal cinema all’arte, dalla moda al design. La Fiat 500 è quindi entrata nell’immaginario collettivo come un simbolo forte e inequivocabile, non un semplice mezzo di trasporto ma un veicolo di emozioni autentiche ed esperienze uniche. Tanto che in alcuni ambienti, la Fiat 500 è diventata quasi un oggetto di culto per collezionisti e ammiratori.

Del resto, Fiat 500 è l’icona Made in Italy per eccellenza che si afferma nel mondo grazie a stile italiano, innovazione continua, rispetto ambientale e qualità premium. Basti dire che è il modello Fiat con il più alto tasso di vendite fuori dall’Italia: oltre 1.200.000 unità vendute dal 2007 a oggi, il 75% delle quali immatricolate all’estero. Prodotta dal 2007 in Polonia e dal 2010 anche a Toluca (Messico), la Fiat 500 è commercializzata in più di 100 Paesi nel mondo e ha segnato anche il ritorno del marchio Fiat negli Stati Uniti.

Un modello globale, quindi, che solo nel 2013 ha ripetuto in Europa lo stesso record di quota (13,9%) raggiunto nel 2008, primo anno pieno della sua commercializzazione. Non solo. Per la prima volta nella sua storia, lo scorso mese ha raggiunto un altro importante traguardo diventando la vettura più venduta del segmento A in Europa. In totale, nel 2013 nell’area Emea ne sono state immatricolate quasi 163 mila, circa il 9% in più del 2012.

Tra i segreti del suo successo globale vi è certamente la capacità di evolvere con nuove interpretazioni - dalla 500 Abarth (2008) all’ultima nata 500 GQ (2013) - ma anche di esplorare nuovi territori dando vita a una famiglia di vetture simpatiche e accessibili che assicurano la massima libertà di scelta e di utilizzo: sono nate così la 500L (2012), la 500L Trekking e la 500L Living (2013).

La nuova 500 Model Year 2014 sarà esposta negli showroom europei dal secondo trimestre del 2014 e per la prima volta nel segmento offrirà un display digitale TFT da 7” dove sono raccolte tutte le informazioni necessarie alla guida e al controllo della vettura. Connubio ideale tra estetica retrò e modernità tecnologica, il nuovo quadro strumenti è di serie sugli allestimenti S e Cult, a richiesta su Lounge. In dettaglio, il guidatore ha sempre sotto controllo i dati forniti dal tachimetro, contagiri e trip computer, tutti percepibili immediatamente e in simultanea. Inoltre, la parte centrale del display - dove campeggia un’immagine della vettura - è configurabile secondo le preferenze del guidatore scegliendo tra le diverse informazioni fornite dal trip computer quali percorrenza, consumo istantaneo del carburante, autonomia eccetera.

Da sottolineare, infine, l’integrazione con il collaudato sistema di navigazione Blue&Me TomTom 2 LIVE, che consente di visualizzare le informazioni di navigazione sul display TFT da 7” della Fiat 500 Cult mentre sullo schermo del navigatore si possono gestire media player, telefono e trip computer, sicuri di percorrere sempre la strada più veloce e sicura grazie ai servizi in tempo reale di traffico e autovelox.

Daniele Vaninetti

© riproduzione riservata