Volkswagen Polo GTI Tecnologia e sportività

Volkswagen Polo GTI
Tecnologia e sportività

Ad aprile 2021, la Volkswagen ha presentato il nuovo stadio evolutivo della sesta generazione della Polo. Adesso segue la versione più sportiva: la GTI.

La variante rappresenta la punta di diamante del segmento Polo in termini di potenza, tecnologia e sportività. 207 CV di potenza e assetto sportivo specifico rendono questa bestseller una scattante cinque porte che per la prima volta consente anche la guida parzialmente automatizzata (di serie o a richiesta in base ai mercati).

L’iconico design della compatta sportiva, rivisitata dal punto di vista estetico e tecnico, è segnato dagli elementi caratteristici GTI: le linee rosse sulla calandra, la struttura a nido d’ape della presa d’aria e i sedili sportivi top di gamma con la caratteristica fantasia a quadretti Clark sulle fasce centrali. Numerosi sistemi di assistenza di ultima generazione garantiscono ancora più comfort e sicurezza per tutti i passeggeri.

Come per le altre versioni della nuova gamma Polo, viene utilizzato l’ultimo stadio evolutivo del sistema di infotainment on line (MIB3.1). In questo modo la sportiva cinque posti è always on e consente, a richiesta, una connettività ai massimi livelli. Per la brillante visualizzazione a colori dei contenuti digitali, la vettura dispone di serie del Digital Cockpit Pro con display da 10,25” e del sistema di infotainment Ready2Discover, inclusi App-Connect Wireless, Online Control Unit (eSIM), Functions on Demand e touchscreen da 8”. A richiesta sono disponibili anche sistemi autoradio e di navigazione con touchscreen da 9,2”. Fin dalla GTI delle origini, nel 1976, questa sigla è sinonimo di piacere di guida nel segmento delle compatte. La Polo si fregia di questa sigla dal 1998 come terzo modello della casa, dopo la Golf e la Scirocco. L’ultima generazione prosegue senza soluzione di continuità questa tradizione e stabilisce nuovi standard nel segmento.

La base tecnica viene offerta dal pianale modulare trasversale MQB di Volkswagen, sinonimo di progresso tecnologico trasversale rispetto a tutte le gamme di modelli nonché di elevata resistenza della carrozzeria, di un peso della vettura più basso e di ottime caratteristiche in caso di crash. Oggi la nuova Polo GTI esibisce di serie i nuovi fari a Led Matrix IQ.Light e un elemento illuminato nella calandra, che integra in modo caratteristico le luci diurne. In questo modo si riallaccia dal punto di vista stilistico ai modelli full electric ID. della Volkswagen e alla nuova generazione di modelli di successo come Golf e Tiguan che presentano anch’essi questa caratteristica fascia luminosa a LED, come dotazione a richiesta o a seconda dell’allestimento. La novità più appariscente sul posteriore sono i gruppi ottici che, frutto di un lavoro di design completamente nuovo, si spingono verso il centro del portellone e presentano luci freno animate; gli indicatori di direzione dinamici integrati nei gruppi ottici, poi, indicano la direzione della svolta con un movimento fluido della luce.

I nuovi paraurti specifici GTI fanno apparire la sportiva compatta ancora più larga sulla strada. L’Adaptive Frontlightning System (AFS), integrato lateralmente e gestito dal gruppo ottico principale, è stato ridisegnato e crea un effetto luminoso di design più accattivante. In cooperazione con i fari Matrix IQ.Light assicura un’illuminazione omogenea della carreggiata e dell’ambiente circostante. L’innovativa tecnologia a matrice consente, entro i limiti del sistema, di guidare con gli abbaglianti costantemente accesi, senza causare l’abbagliamento degli altri utenti della strada. Sull’affilato frontale si confermano tratti caratteristici come il logo rosso sulla calandra, le prese d’aria in struttura a nido d’ape e la striscia decorativa continua rossa, al di sopra della fascia di luci diurne, che sui lati destro e sinistro confluisce con winglet rossi nei fari Matrix. Come si addice a un’autentica GTI Volkswagen, anche la nuova Polo sportiva viene dotata di serie di un assetto appositamente messo a punto che abbassa la carrozzeria di 15 millimetri e garantisce la tipica sintesi di dinamismo di marcia e confort.

Nelle curve veloci il bloccaggio elettronico XDS perfeziona il comportamento di trazione. Come parte integrante del programma di controllo elettronico della stabilizzazione Esp e della regolazione antipattinamento Asr, controlla la pressione frenante sulla ruota anteriore interna alla curva, evitando che slitti e che il conducente perda il controllo della vettura in situazioni estreme. Il cuore di una GTI è sempre il motore. Come tutte le precedenti, anche la nuova Polo è a trazione anteriore. Il motore a iniezione diretta di benzina e sovralimentazione turbo sviluppa 207 Cv e consente una velocità massima di 240 km/h. Il passaggio tra i rapporti viene eseguito tramite un cambio Dsg a doppia frizione a 7 rapporti (di serie). Fin dalla versione del 2006, i propulsori sono sempre stati sovralimentati e portano così avanti la tradizione della Polo GT G40 del 1987. Lo sprint da 0 a 100 km/h richiede solo 6,5 secondi. La coppia massima è di 320 Nm tra 1.500 e 4.500 giri. Tra gli highlight tecnologici del 2.0 TSI (cilindrata 1.984 cm3 ) figurano dotazioni quali un sistema di iniezione doppio, una centralina motore con quattro processori centrali e la commutazione elettronica dell’alzata valvole sul lato aspirazione. Nonostante l’elevata potenza, il motore ha consumi dichiarati moderati.

Il guidatore può scegliere fra due diversi livelli per la regolazione degli ammortizzatori. La selezione del profilo di guida standard offre quattro modalità: Eco, Individual, Normal e Sport. Le diverse modalità consentono al guidatore di impostare singoli parametri che variano il comportamento di marcia della vettura. Con l’assetto Sport Select è possibile, per esempio, modificare comportamento dello sterzo, mappatura del motore e comando del cambio, a seconda del profilo selezionato. Inoltre, il sound dell’impianto di scarico viene modificato automaticamente per renderlo ancora più sportivo in modalità Sport; una funzionalità selezionabile anche nel profilo di guida Individual. Oltre agli ammortizzatori regolabili, l’assetto Sport Select comprende una barra stabilizzatrice anteriore di dimensioni maggiori con elementi di accoppiamento più rigidi e cuscinetti dell’asse posteriore più rigidi. Anche in questo caso la carrozzeria è abbassata di 15 mm. Ciò riduce l’altezza della Polo GTI a 1.439 mm rispetto alla versione base, con una lunghezza identica di 4.074 mm e una larghezza di 1.751 mm. In particolare, con il profilo Eco, il funzionamento del motore, del climatizzatore e dei gruppi ausiliari viene gestito nell’ottica del massimo contenimento dei consumi. Inoltre in questa modalità il Dsg attiva una funzione di veleggiamento. Se il guidatore solleva il piede dal pedale dell’acceleratore (per esempio, percorrendo tratti in discesa), il Dsg “stacca” la frizione e il motore gira al regime minimo. Così l’energia cinetica della Polo GTI può essere sfruttata in modo ottimale e possono essere ulteriormente ridotti i consumi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA