Trawel Fly, 4ª vittoria di fila
Ko il Cantù dei numerosi ex

Trawel Fly, 4ª vittoria di fila Ko il Cantù dei numerosi ex

La Trawel Fly Agnelli cala il poker e gli ex bergamaschi se ne tornano a Cantù con la coda fra le gambe. La squadra bergamasca infatti coglie il quarto successo consecutivo superando per 3-1 l'ambizioso Cantù dell'ex Luciano Cominetti al termine di una partita giocata con molta attenzione sul piano tattico.

Nel primo set la Trawel Fly è praticamente perfetta. Aggressiva in battuta, attenta a muro e in difesa, determinata nel contrattacco. Il Cantù si trova spiazzato e, come già successo nella gara di andata di Coppa Italia, si dimostra incapace di reagire. Mentre i ragazzi allenati da Danilo Bertuletti continuano a macinare gioco (passando dal 9-8 al 16-10), Cominetti prova con un paio di cambi e in uno di questi inserisce lo schiacciatore bergamasco Romolo Mariano, fino all'anno scorso all'Olimpia Agnelli.

La Trawel Fly però non accusa flessioni e allunga fino al 20-13. Solo nel finale la squadra bergamasca si permette un paio di distrazioni e concede qualche punticino al Cantù (23-18), prima di chiudere sul 25-19 con un attacco di Salmaso. Nel secondo parziale Cantù torna in campo molto più aggressivo e determinato. La Trawel Fly collabora con qualche errore di troppo, in ricezione e in attacco e per i brianzoli tutto diventa facile. I bergamaschi rimangono sempre sotto (5-8 e 10-12) e quando danno l'impressione di poter ribaltare l'esito del set (14-15) crollano, permettendo al Cantù di volare sul 15-22, prima di chiudere per 17-25.

Inutile anche il cambio operato da Bertuletti, che sul 15-22, inserisce Galbusera a lato su Sangalli. La terza frazione è indubbiamente quella più entusiasmante, sia nel punteggio sia nel gioco. Cantù prova subito la fuga (4-8), ma la Trawel Fly rimedia con Savoldi in battuta (9-8).

La fase centrale è molto equilibrata e nel finale la Trawel Fly passa dal 23-23 al successo per 25-23, grazie a un muro della coppia Cosa-Savoldi e a un decisivo errore in attacco del Cantù. Nel quarto set la Trawel Fly sale in cattedra a muro e illude in più occasioni di poter chiudere facilmente il confronto, portandosi subito sul 5-1 e mantenendo, fra alti e bassi, il margine di vantaggio fino al 18-14. A questo punto il Cantù ha un'impennata d'orgoglio e ribalta il risultato (18-19); a poco servono i due time out quasi consecutivi chiamati da Bertuletti. Le due squadre nel finale giocano punto a punto: la Trawel Fly dimostra anche di saper soffrire, spreca un match ball sul 24-23, ma alla seconda occasione la squadra bergamasca non fallisce e vince per 26-24.

Il tabellino
Trawel Fly Agnelli 3 Cantù 1
Parziali: 25-19, 17-25, 25-23, 26-24.

Trawel Fly Agnelli: A. Rinaldi 10, Sangalli 7, Cosa 7, Savoldi 16, Pessina, Alborghetti 12, Salmaso 9, Galbusera 1. Libero: M. Rinaldi. Non entrati: Rubino e Bonetti. All. Bertuletti.

Cantù: Boroni 3, Mozzana, Monguzzi 4, Mariano 12, Sala 17, Perfetto 1, Frigo, Ippolito 17, Gerosa, Ruggeri. Libero: Gelasio. Non entrato: Butti. All. Cominetti.

Arbitri: Santoro e Guglielmoni di Varese.
Note: spettatori 500 circa.
Durata set: 26', 22', 31', 30'.

© RIPRODUZIONE RISERVATA