Venerdì 27 Novembre 2009

Serie D, di scena il derby
fra Caravaggio e Tritium

Nella prossima giornata di campionato di Serie D, l’attenzione sarà ancora puntata su un derby tra le bergamasche. Per la tredicesima giornata di campionato a Caravaggio (11) sarà di scena la capolista Tritium (26). Per gli uomini di Vecchi il turno di campionato sembra l’occasione giusta per allungare ulteriormente il distacco dalla seconda.

La capolista è reduce da un buon pareggio contro un avversario tosto come il Darfo (0-0): grazie ai pessimi risultati delle dirette avversarie il distacco è rimasto invariato e le sfide in programma domenica 29 novembre possono far spiccare il volo alla squadra abduana. Prima di pensare alla classifica la Tritium dovrà fare i conti con il Caravaggio, che ha interrotto la propria serie positiva con la sconfitta contro il fanalino Borgosesia (1-0): gli uomini di Zambelli con un risultato positivo eviterebbero di ritornare nelle paludi della bassa classifica.

La seconda della classe, l’AlzanoCene (21), dopo aver pareggiato a domicilio contro il Pontisola (1-1), sarà attesa da una trasferta delicata contro l’Insubria (16) ,squadra varesina che con il cambio della guida tecnica ha ottenuto 4 punti in due partite: un match delicato per i ragazzi di Crotti, squalificato per un turno, che non vogliono lasciare scappare la capolista.

Il Pontisola (14), reduce da prestazioni soddisfacenti (4 punti in due partite), ma ancora lontano dagli obiettivi prefissati ad inizio stagione, può continuare il proprio buon momento ospitando una avversario di bassa classifica. A Terno d’Isola sarà infatti in campo il Borgosesia (9), che nonostante sia reduce dalla vittoria casalinga contro il Caravaggio, rimane in penultima posizione: un turno favorevole per la squadra di Verdelli.

Infine la Colognese (15), che dopo un periodo d’appannamento è tornata a respirare il sapore della zona play off, ed è ora attesa da una trasferta difficile, ma non impossibile. Come il Pontisola, gli uomini di Sgrò giocheranno contro la penultima della classe, l’Oltrepo (9), con la sola differenza che i gialloverdi non potranno sfruttare il fattore campo, ma dovranno attendere l’avversario e ripartire in contropiede, come da tradizione in una partita che si gioca in trasferta contro un avversaria di livello inferiore.

Simone Masper

r.clemente

© riproduzione riservata