Venerdì 12 Febbraio 2010

Garics: «A Catania è importante
non subire gol: vietato perdere»

L'ha detto scherzando, ma l'ha detto. «Se a Catania non conquisteremo almeno un punto non torneremo a Bergamo». Poi, lasciando perdere le battute, Gyorgy Garics, difensore nerazzurro da due stagioni, ha parlato ancora del prossimo impegno di campionato. «Innanzittutto, in Sicilia, sarà importante non subire gol. Non a caso, quest'anno, si è vinto con Lazio e Bari con la nostra porta rimasta inviolata. Inoltre, sempre se non incasseremo alcun gol, quanto meno porteremo a casa un punto».

Un attimo di pausa e il giocatore austro-ungarico ha aggiunto: «Insisto nel ribadire che per l'Atalanta sarà vietato perdere. A esigere il risultato positivo è la precaria classifica che ci tiriamo dietro sin dall'inizio. Occorre dare continuità all'operazione-risalita confermando, quindi, la buona prestazione offerta domenica scorsa contro il pur titolato undici pugliese».

Proprio a Catania, Garics giocherà la sua centesima partita nella serie A italiana, iniziata con la maglia del Napoli: «Speriamo che l'apprezzabile traguardo venga adeguatamente festeggiato. Una cosa è certa: i miei compagni e io garantiamo il massimo impegno e la dovuta determinazione».

E, ancora, sulla sfida con il Catania ha precisato: «Inutile nascondere che la posta in palio, in Catania-Atalanta, varrà per entrambe le contendenti il doppio. Anche per questo motivo c'è da aspettarsi un'avversaria altrettanto determinata che ci incontrerà con il morale alle stelle dopo il blitz della settimana precedente, a Roma contro i laziali».

Infine un flash sulle possibilità di evitare la retrocessione: «Match con il Catania a parte, bisognerà poi sfruttare come non mai le partite casalinghe, specie contro le squadre alla nostra portata».

A.Z.

r.clemente

© riproduzione riservata