Mercoledì 17 Febbraio 2010

Gromo, maxischermo in piazza
per i fratelli Pasini all'Olimpiade

«Salotto olimpico» in piazza Dante, cuore del borgo medievale di Gromo. Grazie all'iniziativa del Fan Club «Santus-Pasini», infatti, su un maxischermo installato in piazza, la popolazione di Gromo, Valgoglio e paesi vicini potrà seguire in diretta, nella serata di mercoledì 17 febbraio, la gara olimpica di fondo, la «sprint» a tecnica classica, dei due fratelli di casa: Renato e Fabio Pasini.

Paese e piazza sono già stati parati a festa con bandiere tricolori, grandi striscioni preparati anche dagli alunni della scuola dell'obbligo, inneggianti ai due campioni di sci nordico. Si tratta di manifesti simili a un colorato mosaico, sui quali sono stati affissi fotografie e articoli di giornali che parlano delle tante vittorie, in campo nazionale e internazionale, dei due fondisti.

«Siamo orgogliosi dei due nostri campioni - racconta Manfri (al secolo Giuseppe Pellegrinelli) - presidente del fan Club. Il solo fatto che i due fratelli Pasini partecipino contemporaneamente all'Olimpiade di Vancouver per la stessa specialità è per noi, così come per la popolazione dell'alta valle del Serio e della Bergamasca tutta, motivo di orgoglio.

Questo - prosegue Pellegrinelli - vale al di là dei risultati, che speriamo siano lusinghieri. In occasione della gara di fondo sprint che li vedrà protagonisti abbiamo pensato che il miglior modo per essere vicini ai nostri campioni fosse l'organizzazione di una manifestazione che permettesse a tutti di seguire in diretta e coralmente la gara».

E così è stato fatto. Il programma della manifestazione prevede alle 19 l'accensione della «fiamma olimpica» nel tripode piazzato al centro della piazza. Alle 19,30 poi si potranno seguire le gare di qualifica della gara di fondo «sprint» a tecnica classica, alla quale i due Pasini parteciperanno. Seguirà, nel Fan club che ha sede nel ristorante «Posta al Castello», una cena «olimpica» con menù sprint. Infine, alle 22,30 si potrà seguire sul maxischermo, incrociando le dita, la finale della gara.
 Enzo Valenti

m.sanfilippo

© riproduzione riservata