Domenica 18 Aprile 2010

Prandelli: «Poca aggressività
Abbiamo sbagliato sul primo gol»

«È una sconfitta che senza dubbio complica la classifica, ma mancano ancora quattro partite e dobbiamo cercare di ritrovare la necessaria forza fisica e mentale». Cesare Prandelli dopo il 2-1 subito dalla Fiorentina a Bergamo fotografa così la situazione viola. «Era la terza partita in una settimana - continua il tecnico -, abbiamo speso tanto nelle due gare con l'Inter. Qualche giocatore aveva bisogno di recuperare, ma c'era comunque la voglia di lottare per raggiungere una posizione alta. Purtroppo siamo stati poco aggressivi, e quando la squadra è poco aggressiva concede troppo».
 
Prandelli spiega il mancato impiego di Jovetic («Aveva qualche piccolo problema fisico, ha provato anche, ma non era disponibile»). «Adesso dobbiamo reagire - prosegue - e trovare la forza mentale che nelle 4 gare finali la squadra deve avere. Le analisi le farò a fine campionato, vedremo le situazioni di difficoltà e cercheremo di migliorare. Pretendo un po' più di ordine e disciplina, sul primo gol eravamo in vantaggio numerico e ci siamo fatti anticipare».

«C'è da lavorare - sottolinea Prandelli -. Quello che abbiamo fatto bene l'anno scorso quest'anno non sta funzionando bene, il calcio è in continua evoluzione. Noi siamo arrivati a gennaio che avevamo sette infortunati, eravamo in grande emergenza. Abbiamo speso tanto e "spremuto" i giocatori disponibili, poi naturalmente è mancata la brillantezza e così diventa tutto più complicato».

Infine, l'allenatore viola parla del suo futuro: «Ho un contratto, sarò a Firenze anche l'anno prossimo, e la società cercherà di allestire una squadra competitiva, così si potrà fare ancora qualcosa di importante».

m.sanfilippo

© riproduzione riservata