Lunedì 13 Settembre 2010

In casa Atalanta preoccupa Bellini
A Siena dovrebbe rientrare Padoin

Giornata di riposo domenica per l'Atalanta, dopo che la squadra sabato sera è rientrata da Pescara in treno (fino a Milano) e poi in autobus fino a Zingonia. Il gruppo si ritroverà al centro Bortolotti lunedì pomeriggio per la ripresa degli allenamenti secondo la settimana tipo prevista con le partite al sabato pomeriggio.

Da giovedì però il programma prevede la ripetizione del ritiro anticipato della scorsa settimana, con la squadra che si trasferirà in Toscana con un giorno d'anticipo. L'appuntamento di oggi è per le 15 in campo, per il solito allenamento defaticante riservato ai titolari di Pescara e una seduta di lavoro vero per chi in Abruzzo non ha giocato.

Gli allenamenti proseguiranno poi martedì con una doppia seduta (alle 10 e alle 15 in campo) e giovedì, sempre alle 15, con la solita sgambata contro una rappresentativa del settore giovanile, sul campo principale del centro Bortolotti. A seguire, quindi nella serata di giovedì, la comitiva nerazzurra partirà per Siena, dove si fermerà in ritiro fino alla partita.

Venerdì mattina alle 10 allenamento in Toscana, poi sabato pomeriggio, alle 15, la sfida ai bianconeri di Antonio Conte, considerata la partita dell'anno in serie B. Nella serata di sabato 18 poi la squadra tornerà a Bergamo, domenica 19 giornata di riposo e da lunedì 20 testa alla sfida con la Reggina, da giocare a Bergamo sabato 25 settembre.

Per la sfida di domenica a Siena in casa nerazzurra il quadro è piuttosto chiaro: di certo mancherà Carmona, che domani sarà squalificato dal giudice sportivo per l'espulsione di Pescara (rosso diretto, un turno di stop è automatico), e di certo tornerà a disposizione Padoin che, superato l'affaticamento che l'ha costretto a saltare Pescara, da oggi dovrebbe tornare nel gruppo.

Ed è praticamente scontato che Padoin farà coppia con Barreto in mezzo al campo. L'unico, grande dubbio per ora riguarda la disponibilità di Gianpaolo Bellini, a Pescara sostituito per una distorsione alla caviglia destra e le cui condizioni saranno verificate oggi con ulteriori controlli medici. Se Bellini non dovesse recuperare, a sostituirlo sarebbe Raimondi (come a Pescara), e l'Atalanta affronterebbe quindi i temutissimi esterni di Conte, brevilinei e velocissimi, con due spilungoni: Raimondi e Peluso.

m.sanfilippo

© riproduzione riservata