Martedì 19 Aprile 2011

«Cosa farò se ci salviamo?
Vedremo anche il mio futuro»

Allenamento mattutino - martedì 19 aprile - per i giocatori dell'AlbinoLeffe scesi in campo nella gara di sabato contro il Cittadella: lavoro in palestra, esercitazioni tecnico-tattiche e partitelle a campo ridotto sono state le attività della sessione del mattino.

Nel pomeriggio i calciatori che non hanno disputato la gara di sabato scorso sono stati impegnati in una partitella in famiglia contro una squadra di allievi e primavera del settore giovanile Celeste. Indisponibili: sempre fuori Momentè, Manzoni, Cia e Pesenti; Cisse ha eseguito allenamento differenziato stamane per un affaticamento, ma le sue condizioni non destano preoccupazioni.

Emiliano Mondonico in conferenza stampa martedì mattina a parlato delle difficoltà di questo finale di campionato, della vittoria di Cittadella, del rapporto con il presidente Andreoletti.

«Una vittoria che ci ripaga un po' di tutte le sconfitte arrivate in maniera poco veritiera - dice Mondonico -. Ma siamo già proiettati verso la gara di venerdì sera: questa vittoria, però, ci deve servire anche come monito, perché il Cittadella si era tirato fuori da una situazione di difficoltà vincendo a Reggio Calabria e perdendo con noi è ritornato punto e a capo. Accantoniamo quindi questa vittoria, spero che ci siano ancora quella sana paura e quella sana tensione che ci hanno accompagnato a Cittadella. Non è stata la partita perfetta, ma solo una partita normale, senza quegli errori e quegli sbandamenti che hanno caratterizzato molte nostre partite. Una gara normale perché è normale non fare errori individuali: io chiedo a questi ragazzi di essere normali, non di fare chissà che».

«Mancano 6 partite, 4 delle quali in casa - prosegue Mondonico - . Ma con Reggina, Siena e Atalanta il pubblico avversario sarà superiore al nostro. E saremo contro squadre che giocheranno per vincere. Faremo la nostra partita, come lo abbiamo fatto a Cittadella e altre volte. Il presidente in panchina ha esultato sopra le righe al terzo goal, lo sentivo preoccupato sulle loro ripartenze, ma non ricordo molto altro. Quando comincia la gara non mi accorgo più di cosa ci sia dietro di me. Quando la mattina mi ha chiesto se poteva sedere in panchina, mi ha fatto molto piacere. In una società di calcio due persone rischiano nello stesso modo, gli unici: il presidente, che ci mette i soldi, e l'allenatore, che ci mette la faccia. Motivo per cui, quando le cose vanno male, si cambia l'allenatore».

«Se l'AlbinoLeffe si salva il presidente va a piedi a Colzate? Io non ho ancora pensato che fare in caso di salvezza - conclude Mondonico -. Arriviamo a fine anno e vedremo cosa succederà, anche riguardo al mio futuro».

Mercoledì allenamento a porte chiuse al centro sportivo di Zanica alle 11. Giovedì allenamento pomeridiano per la Celeste.

Mercoledì mattina in programma il B2B

Disponibili i biglietti per la gara di sabato

Torna "ASPETTO TE!", scopri cosa l'AlbinoLeffe regala ai propri abbonati venerdì sera

a.ceresoli

© riproduzione riservata