Contador vola sull'Etna: in rosa
Carrara resiste: 10° in generale

Alberto Contador c'è. Dopo aver sorpreso tutti con il secondo posto nella tappa con arrivo a Tropea, il corridore spagnolo della Saxo Bank ha dimostrato ancora una volta tutta la sua classe vincendo il primo vero arrivo in salita sull'Etna.

Contador vola sull'Etna: in rosa Carrara resiste: 10° in generale

Alberto Contador c'è. Dopo aver sorpreso tutti con il secondo posto nella tappa con arrivo a Tropea, il corridore spagnolo della Saxo Bank ha dimostrato ancora una volta tutta la sua classe vincendo il primo vero arrivo in salita sull'Etna.

Nelle prime posizioni del gruppo inseguitore si è segnalato anche il nostro Matteo Carrara (14° all'arrivo a 1'07"), per il quale si aprono prospettive importanti per questa corsa rosa che festeggia i 150 anni dell'unità d'Italia, con il provvisorio 10° posto in classifica generale a 2'21” dal leader spagnolo, nuova maglia rosa.

«È stata una tappa tiratissima, con una salita davvero lunga e al vento - ha affermato l'atleta originario di Fiobbio -. Ho dimostrato di avere un'ottima condizione. Non ho messo la testa fuori dal gruppo, ma sono rimasto coperto. Come detto alla vigilia di questa tappa puntavo ad essere nei primi dieci e così è stato: non posso che ritenermi soddisfatto».

Con una serie di scatti micidiali, lo spagnolo, sul quale pende come una spada di Damocle la sentenza del Tas del prossimo giugno per il caso doping dello scorso Tour de France, ha demolito l'intera concorrenza, rappresentata dai vari Scarponi, Nibali, Garzelli e Kreuziger. Pinotti, che era secondo in classifica generale, ha concluso 38° a 4'37" scivolando in 25ª posizione nella generale a 4'56".

«L'abbiamo visto scattare e sparire a una velocità impressionante, ma il Giro è ancora lungo: la corsa alla maglia rosa la considero ancora aperta per i suoi diretti rivali. Dal mio punto di vista cercherò di terminare la corsa nei primi dieci, obiettivo che ho in testa dall'inizio della stagione. Sto bene e sono contento del primo vero test in salita, ma mancano ancora due settimane, le più importanti».

Lunedì 16 i girini godranno di una giornata di meritato riposo, in attesa di riprende il giorno seguente con la tappa Termoli-Teramo di 159 km. «Ci concederemo una giornata di relax - ha concluso Carrara -. Immagino che faremo una sgambata di un'oretta e poi ci rilasseremo, magari in riva al mare. Da martedì sarà ancora battaglia».

Simone Masper

Ordine d'arrivo
1. Alberto CONTADOR (Esp-Saxo Bank) in 4h54'09" alla media di 34,472 km/h
2. Josè Rujano Guillen (Ven-Androni) a 00'03"
3. Stefano Garzelli (Ita) a 00'50"
4. Vincenzo Nibali (Ita) s.t.
5. Roman Kreuziger (Cze) s.t.
6. David Arroyo Duran (Esp) s.t.
7. Kanstantsin Sivtsov (Blr) s.t.
8. Igor Anton (Esp) a 00'59"
9. John Gadret (Fra) a 01'07"
10. Hubert Dupont (Fra) s.t.
12. Michele Scarponi (Ita) a 01'07"
14. Matteo Carrara (Ita) s.t.
20. Emanuele Sella (Ita) a 02'09"
23. Denis Menchov (Rus) a 02'16"
30. Carlos Sastre (Esp) a 02'21"
31. Giovanni Visconti (Ita) a 02'35"
38. Marco Pinotti (Ita) a 04'47"
45. Pieter Weening (Ned) a 06'35"
65. Morris Possoni a 11'52"
74. Alessandro Vanotti a 16'22"
93. Alessandro Petacchi (Ita) a 23'46"
117. Danilo Di Luca (Ita) s.t.

Classifica generale
1. Alberto CONTADOR (Esp-Saxo) in 33h03'51"
2. Kanstantsin Sivtsov (Bul-Htc) a 00'59"
3. Christophe Le Mevel (Fra-Garmin) a 01'19"
4. Vincenzo Nibali (Ita) a 01'21"
5. Michele Scarponi (Ita) a 01'28"
6. David Arroyo Duran (Esp) a 01'37"
7. Roman Kreuziger (Cze) a 01'41"
8. Jose Rodolfo Serpa Perez (Col) a 01'47"
9. Dario Cataldo (Ita) a 02'21"
10. Matteo Carrara (Ita) s.t.
13. Stefano Garzelli (Ita) a 02'39"
19. Emanuele Sella (Ita) a 03'17"
20. Denis Menchov (Rus) a 03'18"
25. Marco Pinotti (Ita) a 04'56"
26. Carlos Sastre (Esp) a 04'57"
32. Pieter Weening (Ned) a 06'42"
54. Giovanni Visconti (Ita) a 24'34"
64. Morris Possoni a 30'09"
71. Danilo Di Luca (Ita) a 35'05"
78. Alessandro Vanotti a 36'43"
101. David Millar (Gbr) a 48'11"
105. Alessandro Petacchi (Ita) a 49'20"

© RIPRODUZIONE RISERVATA