Martedì 30 Agosto 2011

Lucchini: «Voglia di iniziare
E sogno un gol a Marassi»

Dopo tutte le polemiche del fine settimana, l'Atalanta ha ripreso la preparazione per l'esordio ufficiale in campionato, che avverrà domenica 11 settembre a Genova contro la formazione rossoblù guidata da Malesani. Per i nuovi arrivati la pausa forzata è stata utile per inserirsi nel gruppo, come conferma il difensore Stefano Lucchini, proveniente dalla Sampdoria.

“Per chi è appena arrivato è stato meglio rinviare l'esordio - ha affermato il difensore atalantino - Abbiamo appena accolto Denis e non giocare ci ha agevolato e questa pausa aiuterà lui ad integrarsi con il gruppo. C'è grande voglia di iniziare: da parte mia voglio rifarmi del campionato scorso. In casa avremmo avuto l'apporto del nostro pubblico, ma andremo a Genova, in uno stadio bellissimo e pieno, e questo ci deve dare stimoli. Fare punti in trasferta sarebbe un ottimo inizio”.

Per il centrale atalantino l'esordio con i nerazzurri potrebbe avvenire proprio a Marassi, dove in maglia blucerchiata subì la clamorosa retrocessione nella scorsa stagione, anche per colpa di un contestato derby perso contro il Genoa. “Un gol contro il Genoa sarebbe un sogno e sarebbe bellissimo se si realizzasse. Ci tengo a fare bene, perché l'ultimo derby lo abbiamo perso male, ho voglia di rivalsa e sento ancora questa rivalità nonostante abbia cambiato squadra. Non dobbiamo farci prendere dalla voglia di strafare, dobbiamo dare tutto, ma rimanendo calmi e organizzati come squadra, senza scomporci, perché in Serie A i contropiedi li paghi”.

La prestazione contro il Gubbio ha allarmato i tifosi atalantini, ma Lucchini getta acqua sul fuoco e fa un bilancio su tutta la preparazione al campionato degli atalantini. “Il precampionato è stato importante visto i risultati che abbiamo ottenuto contro le squadre del nostro livello. Abbiamo giocato bene e rischiato poco: poi è arrivata la sconfitta con il Gubbio. Ci sono stati degli errori a livello di singoli. Li abbiamo già individuati e non verranno più ripetuti. È difficile vederne così tanti in una partita ed è proprio per questo che credo che non si ripeteranno più. Non mi allarmo per una partita. Se gli errori fossero stati commessi in diverse partite non ci sarebbe stato tutto questo allarmismo. I meccanismi saranno assimilati meglio con il tempo: ci metteremo del nostro meglio per arrivare ad un buon funzionamento della difesa. Penso che sia stato solo un episodio”.

Infine Stefano Lucchini parla dei nuovi scenari della massima serie, con la novità dei due campi sintetici di Novara e Cesena e sul calciomercato atalantino e non solo. “Non amo il sintetico, perché non sono stato abituato a giocare su una simile superficie. Bisogna lavorare per un futuro con campi in sintetico, ma bisogna già abituare i bambini a giocarci sopra. Per Novara e Cesena il campo sintetico può essere un vantaggio. Il miglior mercato l'hanno fatto Milan e Napoli. L'Atalanta ha lavorato bene, mantenendo buona parte della rosa della scorsa stagione. Ora sta a noi nuovi dare qualcosa in più alla squadra. Personalmente posso portare la mia esperienza e cercare di creare un grande entusiasmo per la corsa alla salvezza, che adesso appare difficile”.

Simone Masper

e.roncalli

© riproduzione riservata