Domenica 25 Settembre 2011

Maratona con polemiche
Vince Tyar... che si perde 3 volte

Anche quest'anno la Maratona di Bergamo si conclude nel segno della polemica. Con il nuovo percorso (voluto da TeamItalia-Assosport e istituzioni: dal centro all'hinterland, due giri per la Maratona, uno per la Mezza), infatti, anche molti problemi: i partecipanti alla gara hanno contestato il percorso, che non era ben segnalato e con i chilometri errati. Molti runners hanno infatti evidenziato problemi a capire quale percorso era da seguire e lo stesso vincitore si sarebbe perso tre volte. E c'è di più: troppo le auto sul percorso di gara, con gli atleti costretti a fare lo slalom tra le macchine.

Ma veniamo al podio: per la maratona primo classificato, come già si supponeva, il marocchino Abdelhadi Tyar con 2.30'50' (personal best di 2h22'50”), secondo con 2.32'18'' il lecchese Pietro Colnaghi mentre il bergamasco Emanuele Zenucchi si è aggiudicato il terzo posto con 2.33'41''. Ci sono dei bergamaschi anche sul podio della mezza maratona: dietro al keniota Peter Bii con 1.06'36'', Migidio Bourifa con 1.07'14'' e Giovanni Gualdi con 1.07'54''.

Ecco anche il podio femminile della maratona: l'inglese Catrine Jones con 2.48'20'', nuovo record della manifestazione; seconda Marina Zanardi con 2.50'14'' e terza la bergamasca Maria Lo Grasso del gruppo Fò di pè con 2.55'47''. Per la mezza nelle donne primeggia Silvia Moreni con 1.21'16'', seguita da Cristina Sonzogni che taglia il traguardo in 1.30'39'' seguita da Gaia Senigalesi che arriva in 1.32'53''.

Resta almeno un aspetto positivo: l'altissimo numero dei partecipanti. All'arrivo sono infatti partiti ben mille runners, un numero record per questa manifestazione. Tutto bene poi per l'Associazione Paolo Belli, impegnata nella lotta alla leucemia, che per la quinta edizione consecutiva ha mandato in abbinamento all'evento un'iniziativa benefica. Si tratta della CorriBergamo, corsa competitiva sui 6 o 12 chilometri aperta alle famiglie, il cui incasso sarà interamente devoluto in beneficenza a sostegno del progetto Nuova casa del Sole.

fa.tinaglia

© riproduzione riservata