Giovedì 27 Ottobre 2011

Ranieri sbotta per il finale:
«5° rigore contro in 8 partite»

È contento della prestazione dell'Inter, meno per il pareggio, ancora meno per il 5° rigore contro in 8 partite di campionato. Claudio Ranieri nelle interviste del dopopartita spiega le sue sensazioni dopo l'1-1 in casa dell'Atalanta, e parte proprio dal penalty.

«Ci siamo abituati all'Inter... Speriamo che finisca tutto questo - sottolinea il tecnico -. L'arbitro non aveva dato il rigore, è stato il guardalinee a darlo, si è preso questa responsabilità. Pazienza, va così quest'anno. Almeno è andata bene, ma in 8 partite ci hanno dato 5 rigori contro, e nessuno era chiaro».

L'umore di Ranieri cambia in positivo quando analizza la gara sul piano tattico: «Ho visto una buona Inter contro una squadra che è in un ottimo momento. Abbiamo fatto una buona prova, nel primo tempo abbiamo preso gol al primo tiro, al 45'. Nella ripresa abbiamo fatto tutto quello che dovevamo fare contro una squadra in salute. Io sono contento della prova dei ragazzi, dobbiamo continuare così».

«La gara è stata ben condotta dalla squadra - continua -. Manca il risultato, ma vedo che la squadra continua a crescere partita dopo partita. Andiamo via con un punto, ma sono soddisfatto della prestazione dei ragazzi, sul piano dell'organizzazione e della corsa».

Il risultato soddisfa meno Ranieri: «Volevamo i tre opunti per affrontare la Juve con lo spirito giusto, ma lo faremo lo stesso. Anche la Juve sta bene e gioca bene, sarà un altro grosso esame per noi». Il tecnico dell'Inter assolve Milito per il grave errore sotto porta: «Capita quando non gira bene a un attaccante: gli è sbattuto il pallone sul petto e si è impennato. Ma è un campione e si sbloccherà».

m.sanfilippo

© riproduzione riservata