Martedì 31 Gennaio 2012

Colantuono saluta Padoin
«In campo lo sostituirà Brighi»

Intensa conferenza stampa pre-gara quella che Colantuono ha tenuto nella mattinata di martedì 31 gennaio. Il mister ha spaziato da Padoin a Mondonico, passando per Rigoni e Gabbiadini.

«Padoin era un giocatore importante, un titolare - ha detto Colantuono -, ma la sua cessione non è nulla di scandaloso: quanto fatto dall'Atalanta è quanto fatto negli anni dalla squadra. Padoin ha 28 anni e questo è un treno che non passa più. La richiesta della Juventus è stata determinante ed era impossibile dire di no». Colantuono parla anche del mercato ancora aperto: «Rigoni non è ancora ufficiale e l'Atalanta si sta ancora guardando intorno. Abbiamo chiesto anche giocatori che ci sono stati negati: Poli e Muntari dall'Inter e Marrone dalla Juventus».

Intanto il pensiero ora va a chi sostituirà Padoin in campo: il mister fa il nome di Brighi, «ma solo quando sarà completamente in forma». L'attenzione è anche rivolta al match casalingo di Atalanta-Genoa, in programma alle 18 di mercoledì 1° febbraio: «La filosofia di gioco è la medesima di sempre - ha detto Colantuono -, i nostri avversari si sono rinforzati dal calciomercato e non sono da sottovalutare». Ancora in forse la formazione, con Denis espulso e Manfredini e Gabbiadini non completamente ripresi («Valuterò dopo l'ultimo allenamento»): «La coppia in attacco potrebbe essere quella composta da Tiribocchi e Gabbiadini».

Colantuono ha anche commentato la nomina al Novara di Mondonico: «Sono contento per lui - dichiara -, ed è proprio vero: in un anno si è chiuso il cerchio. Alla squadra che porterà in campo darà un ottimo contributo. Per noi invece è senz'altro un'insidia in più dato che ci conosce bene e presto dovremo incontrarlo».

fa.tinaglia

© riproduzione riservata