Mercoledì 14 Marzo 2012

Atalanta, squadra obbligata
Meno alternative a centrocampo

Brighi indisponibile per sei-sette partite - la diagnosi, lesione di 2° grado al gemello mediale della gamba destra, conferma almeno 40 giorni di stop - significa Carmona-Cigarini coppia titolare obbligata. E significa che restano solo due possibili alternative, tra i 27 giocatori in organico: Cazzola e il baby Minotti.

Diciamo due e mezzo, se forzando un po' la mano consideriamo Bonaventura un possibile centrocampista. Ci ha giocato nel vivaio, ma in serie A è un'altra cosa. Altre soluzioni Colantuono non ne ha: in rosa ci sono tanti esterni, ma sono rimasti solo questi centrali, dopo che a gennaio sono partiti Padoin e Caserta e domenica si è infortunato Brighi. Perché Carrozza può fare la fascia, ma non fare l'interno. E Moralez non ha il fisico e la corsa per reggere in quella zona di campo.

Nel 4-4-2 (o 4-4-1-1) abituale di Colantuono la prima scelta non è in discussione: in mezzo fanno coppia Carmona e Cigarini. Il cileno ha già dimostrato che a fianco di un regista vero è più a suo agio, può interdire e giocare senza organizzare il gioco. I due insieme hanno già giocato: mancano centimetri, ma a difendere e rilanciare ci stanno.

La riserva di Carmona è Cazzola, il sostituto di Cigarini è Minotti. Cazzola ha fisico, fa legna, si inserisce. Ma facciamo la proporzione: è appena arrivato in A dopo 4 mesi in B e tutta la carriera in C. Minotti è un baby di prospettiva, di stazza, con buone geometrie. Ma è un '92, è acerbo. Ed è un lungagnone, quindi lento.

Leggi di più su L'Eco di mercoledì 14 marzo

m.sanfilippo

© riproduzione riservata