Venerdì 06 Aprile 2012

La Foppa saluta i suoi tifosi:
«In una parola, strepitosi»

Due immagini speciali fotografano la stagione 2011-2012 della Norda Foppapedretti: quella della Supercoppa Italiana conquistata nella notte di Monza il 16 febbraio, la numero sei per la bacheca del Volley Bergamo, e quella dei tifosi rossoblù, inesauribili, appassionati, calorosi. In una parola, strepitosi.

Inizia così il comunicato della società, che traccia un bilancio dell'annata appena conclusa. E che prosegue...

Un trofeo e un pubblico protagonisti di un'annata vissuta velocemente e intensamente, che non ha lasciato spazi per ricaricare energie, con un ritmo altissimo e divisa tra Campionato, Coppa Italia, Champions League e Supercoppa. Trentotto gare dal 8 ottobre al 4 aprile che hanno riempito senza tregua il tempo di atlete, tecnici, dirigenti e tifosi bergamaschi.
   
Proprio questi ultimi, nei diciassette match casalinghi, hanno saputo regalare una cornice spettacolare al cammino della Norda Foppapedretti: oltre trentamila spettatori che hanno riempito il cuore sia del PalaNorda e che del PalaFacchetti (nei cinque incontri disputati a Treviglio per la Champions League). Il picco nell'ultima sfida con Villa Cortese, il primo aprile, quando sugli spalti di sono registrate duemilaottocento.

E da tutto esaurito anche la gara di Regular Season con la MC Carnaghi, il 27 novembre, quando la capienza dell'impianto di piazzale Tiraboschi si fermava a duemilaseicento posti, tutti occupati dai tifosi bergamaschi. E sempre Villa Cortese ha fatto registrare la maggior presenza di pubblico a Treviglio, più di duemila persone per vivere l'incredibile battaglia dei Quarti di Finale di Champions League, chiusa dal Golden Set dopo i cinque che avevano portato alla vittoriaparegg iaconti delle rossoblù.
 
Insomma, un'annata che ha regalato emozioni forti, sul campo come sugli spalti. Un'annata dove il cuore dei tifosi ha accompagnato la classe di capitan Piccinini, la forza di trascinare ed entusiasmare di Arrighetti, Di Iulio e Quaranta, la sapiente regia di Serena e Signorile, l'esperienza di Nucu, l'esuberanza di Diouf e Ruseva, i recuperi di Merlo e Gabbiadini, e la potenza di Vasileva. Tutte pedine essenziali, quelle composte da atlete, tecnici e tifosi, per rendere unico lo show  messo in scena in tutti gli incontri.

Coraggio e cuore contraddistinguono da sempre il Volley Bergamo, quello che sta in campo e quello che vive intorno all'arena d i gioco a nutrirsi di emozioni e a trascinare la squadra. E ora che il campo di gioco sta per prendersi la lunga pausa estiva e il sipario sta per calare, negli occhi continuano a rimanere le immagini che hanno reso ancora una volta unici questi mesi.

Le atlete rossoblù, dopo la pausa pasquale, torneranno ad allenarsi a Bergamo da martedì e per una settimana per una serie di sedute pesi. Poi il rompete le righe e una lunga estate di ricordi.

r.clemente

© riproduzione riservata