Con gli arrivi di Cigarini e Brivio
l'Atalanta si sta già delineando

Con lo scontato arrivo di Brivio e il ritorno, a tempo di record, di Cigarini, l'Atalanta edizione 2012-2013 si sta già delineando concretamente. Si va così a confermare, quanto meno sotto l'aspetto quantitativo, l'organico che ci ha procurato un sacco di soddisfazioni nell'ultimo campionato.

Con gli arrivi di Cigarini e Brivio l'Atalanta si sta già delineando

Con lo scontato arrivo di Brivio e il ritorno, a tempo di record, di Cigarini, l'Atalanta edizione 2012-2013 si sta già delineando concretamente. Si va così a confermare, quanto meno sotto l'aspetto quantitativo, l'organico che ci ha procurato un sacco di soddisfazioni nell'ultimo campionato, quello del brillante record dei punti (52 per l'esattezza!).

Mancando alla chiusura delle liste di trasferimento un paio di mesi la dice lunga sull'operatività dei preposti al mercato nerazzurro. Certamente da qui a fine agosto attendiamoci qualche altro movimento in entrata mentre apprestiamoci a salutare definitivamente Peluso (club estero?), Gabbiadini (in poule position la Juve) e con ogni probabilità l'appetito Schelotto.

Ma con l'ingaggio di «figliol prodigo» Brivio (ceduto alla Fiorentina nell'estate 2005) la partenza di Peluso è di fatto colmata sicchè il reparto difensivo con gli attuali Bellini, Manfredini, Lucchini, il rientrante Capelli, il jolly Raimondi e se rimarrà Ferri risulta confezionato.

A centrocampo, tornando da Napoli Cigarini in aggiunta a Bonaventura, Carmona, Cazzola, Minotti e Moralez (utilizzabile pure da trequartista) in fase di completamento ci starebbe bene un'altra pedina, meglio se di provata esperienza.

Discorso punte. All'inamovibile (ci mancherebbe) Denis, da accostare Marilungo, auspicando che rientri dal grave infortunio il più presto possibile. Ipotizzabile, pertanto, un acquisto visto che difficilmente rimarrà Tiribocchi. Da tre anni a questa parte un nome ricorrente è quello di Pippo Inzaghi, in cerca di squadra, con le 38 primavere sulle spalle che si ritrova. In nerazzurro l'ex nazionale e rossonero vinse la classifica dei bomber (24 gol) e,scusate se è poco.

A livello di tifoseria locale la maggioranza, secondo un sondaggio, lo accoglierebbe a braccia aperte ritenendolo in grado di pungere se utilizzato a partita in corso. Sui portieri è solo il caso di sottolineare che numero uno indiscusso sarà di nuovo Consigli con Frezzolini nelle vesti del dodicesimo.

Al tirar delle somme, ad oggi mister Stefano Colantuono potrebbe disegnare questa squadra: Consigli; Bellini, Lucchini, Manfredini, Brivio; X, Cigarini, Carmona, Bonaventura; Moralez; Denis. Prime scelte; come alternative Capelli, Ferri, Marilungo e Raimondi (elencati in ordine alfabetico). Il tutto in attesa, naturalmente, che Pierpaolo Marino ci riservi piacevoli sorprese, magari anche in dirittura d'arrivo.

Arturo Zambaldo

© RIPRODUZIONE RISERVATA