Domenica 09 Dicembre 2012

Olimpia Karate Bergamo:
un argento che vale oro

L'Olimpia Karate Bergamo vince la medaglia d'argento al campionato italiano a squadre sociali con la formazione femminile seniores di kumite (combattimento).

L'Olimpia ha schierato una formazione giovane, grintosa e determinata che grazie al suo elevato tasso tecnico è arrivata in finale e ha sfiorarato il tricolore. Squadra composta da Silvia Cividini e Sara Gusmaroli entrambe in prestito dal Karate Pozzuolo Martesana, Nicole Forcella, Andrea Bonacina ed Eleonora Galizzi.

Al primo turno hanno affrontato vincendo un avversaria molto ostica l'Universal Center di Napoli. 3-2 il risultato finale per le bergamasche, che si impongono con le vittorie di Gusmaroli, Forcella e Galizzi. Nel secondo turno 4-1 alle romane del Mizar Center, bronzo nella scorsa edizione.

In semifinale compiono una vera è propria impresa, battendo per 3-2 le grandi favorite del Gruppo Forestale dello Stato, gruppo sportivo militare che ha vinto 3 titoli nazionali sugli ultimi 4 disputati. Determinanti per la vittoria finale gli spettacolari combattimenti di Forcella, Galizzi e Bonacina che nell'incontro decisivo batte la campionessa del mondo Greta Vitelli.

In finale c'è l'Asi Veneto rafforzato dalla campionessa italiana ed europea Sara Cardin in prestito dal Ponte di Piave. Cinque combattimenti uno più bello dell'altro in cui le karateke bergamasche mettono sul tatami tutto quello che hanno,regalando spettacolo e grande intensità. Vincono Cividini e Forcella, ma non basta, il risultato finale di 3-2 premia le venete all'ultimo punto.

Tutte brave le karateke dell'Olimpia, trascinate da Nicole Forcella, giovanissima leader e capitano della squadra, che ha vinto tutti i combattimenti disputati, confermandosi una delle più brave karateke italiane. Un argento che vale oro per la formazione bergamasca alla sua prima apparizione nella gara senior.

r.clemente

© riproduzione riservata