Lunedì 31 Dicembre 2012

Peluso alla Juventus per 6 milioni
Da risolvere la grana Manfredini

Federico Peluso è un giocatore della Juventus. Manca solo l'ufficialità, ma l'accordo è stato trovato e mercoledì 2 gennaio, all'apertura dei trasferimenti, l'accordo sarà formalizzato con la firma e il deposito del contratto, e quindi con il trasferimento di Peluso a Torino. Lunedì 31 dicembre e martedì 1° gennaio però il terzino romano si dovrebbe regolarmente allenare a Zingonia.

L'operazione l'hanno conclusa domenica 30 l'ad nerazzurro Luca Percassi e il dg Pierpaolo Marino. Entrambi non erano a Zingonia durante l'allenamento (mentre c'erano il presidente Percassi, suo figlio Matteo, il ds Lele Zamagna e il do Roberto Spagnolo), ma a fine seduta sono arrivati, insieme, al centro Bortolotti. Erano con Marotta e Paratici per chiudere l'operazione, i cui termini sono emersi poi domenica sera.

Secondo i bene informati l'Atalanta, potendo aspettare perché il bilancio coincide con l'anno solare, ha scelto il prestito oneroso adesso e l'obbligo di riscatto a luglio. Questo permetterà di ottenere una plusvalenza più alta. L'accordo dovrebbe essere stato concluso a queste condizioni: un milione per il prestito oneroso per i prossimi sei mesi, l'obbligo di riscatto a luglio a 4,5 milioni, un ulteriore premio valorizzazione (400-500 mila euro) se la Juventus vincerà lo scudetto. In tutto siamo a sei milioni per la cessione di un terzino di 28 anni (29 tra 20 giorni). Niente male, decisamente.

Chiusa l'operazione Peluso, da oggi l'Atalanta si dovrà occupare, e molto seriamente, della grana Manfredini. Sì, perché nonostante il tentativo di tenere la questione sottotraccia, quello con il difensore è un problema enorme. Domenica il giocatore, fermo per l'influenza, si è intrattenuto a lungo con il presidente Antonio Percassi, e non certo per parlare del tempo.

La situazione si sta complicando perché a quanto pare il Genoa non riesce a parlare con l'Atalanta. E Manfredini l'avrebbe spiegato al presidente: perché l'Atalanta non è contattabile? La cosa è strana, ma ora che la questione Peluso è chiusa il problema andrà affrontato. Cioè l'Atalanta dovrà per forza sentire la proposta ufficiale del Genoa e di conseguenza valutare il da farsi. Oppure l'Atalanta dovrà decidere che Manfredini è incedibile e rinnovargli il contratto. O forzare la mano e tenerlo in organico molto scontento.

Leggi di più su L'Eco di lunedì 31 dicembre

m.sanfilippo

© riproduzione riservata