Sabato 09 Maggio 2009

Atalanta: Cigarini e Valdes ko
Floccari-Plasmati con il Genoa

Atalanta-Genoa, in programma domenica (ore 15) al Comunale, vale sicuramente di più per i rossoblù. Sì, i nerazzurri hanno ancora un obiettivo da centrare, ovvero superare il record di 50 punti conquistato con la gestione Colantuono, ma non è assolutamente paragonabile alla miniera d'oro che si gioca il team di Gasperini nelle ultime quattro giornate di campionato: la qualificazione in Champions League.

Il Genoa, che deve recuperare un punto di ritardo dalla Fiorentina, sembra dunque il logico favorito del match, anche perché l'Atalanta sarà orfana del suo elemento di maggior qualità tecnica, Doni, e mister Del Neri dovrà rivoluzionare centrocampo e modulo. L'allenamento di rifinitura ha infatto cambiato la carte in tavola: l'Atalanta dovrà rinunciare sia a Cigarini, sia a Valdes. Il regista non è guarito dal fastidioso torcicollo che lo penalizza da metà settimana, mentre il fantasista cileno - candidato a sostituire lo squalificato Doni - non è al 100% per una botta alla gamba destra. Del Neri ha perlomeno recuperato Padoin.

A centrocampo ci sarà dunque spazio per Parravicini (meno chance per De Ascentis), mentre in attacco il mister friulano dovrebbe inserire Plasmati a fianco di Floccari e presentare dunque un 4-4-2, invece del consueto 4-4-1-1. Un'alternativa potrebbe essere rappresentata da 4-3-3 con l'inserimento di Cerci - peraltro a corto di condizione - che giocherebbe largo con Defendi: in questo caso Floccari sarebbe l'unica punta e Plasmati si siederebbe in panchina. Peluso rivelerà lo squalificato Bellini in difesa, dove al centro ci sarà Capelli accanto al recuperato Manfredini.

Le probabili formazioni (ore 15)
ATALANTA (4-4-2): 1 Consigli; 8 Garics, 27 Capelli, 5 Manfredini, 13 Peluso; 34 Defendi, 17 Guarente, 55 Parravicini, 22 Padoin; 9 Plasmati, 33 Floccari. In panchina: 91 Colombi, 26 Pellegrino, 15 De Ascentis, 21 Cigarini, 11 Cerci, 20 Valdes, 99 Zaza. All. Del Neri. Squalificati: Bellini e Doni. Indisponibili: Ferreira Pinto, F. Coppola e Talamonti.
GENOA (3-4-3): 83 Rubinho; 15 Papastathopoulos, 26 Bocchetti, 4 Criscito; 7 M. Rossi, 77 Milanetto, 28 Juric, 23 Modesto; 14 Sculli, 22 Milito, 10 Palladino. In panchina: 1 Lamanna, 27 D'Alessandro, 68 Vanden Borre, 45 Costantini, 20 Mesto, 17 Jankovic, 8 Roman. All. Gasperini. Squalificati: Ferrari, Thiago Motta. Indisponibili: Scarpi, Biava, Olivera, Paro.
Arbitro: Rosetti di Torino (Tonolini-Carrer; IV Candussio).
In tv: Sky Calcio 3 e Mediaset Premium Calcio 5.

Il programma della 35ª giornata
Sabato: Sampdoria-Reggina 5-0 (1' pt e 31' pt Dessena, 37' pt Delvecchio, 1' st Marilungo, 7' st Pazzini), ore 20,30 Lazio-Udinese (Stefanini di Prato).
Domenica (ore 15): ATALANTA-Genoa (Rosetti di Torino; Tonolini-Carrer; IV Candussio), Cagliari-Roma (Rocchi di Firenze), Catania-Fiorentina (Rizzoli di Bologna), Chievo-Inter (De Marco di Chiavari), Lecce-Napoli (Pierpaoli di Firenze), Siena-Palermo (Ciampi di Roma), Torino-Bologna (Morganti di Ascoli Piceno). Ore 20,30: Milan-Juventus (Orsato di Schio). Classifica Inter 77 punti; Milan 70; Juventus 66; Fiorentina 61; Genoa 60; Roma 53; Palermo 52; Cagliari 49; Udinese 48; Lazio 47; ATALANTA e Sampdoria 44; Napoli 42; Siena e Catania 40; Chievo 35; Torino 30; Bologna 29; Lecce 28; Reggina 27.

m.sanfilippo

© riproduzione riservata