Mercoledì 03 Giugno 2009

Mercato, per Acquafresca
ora la trattativa si ferma

L'arrivo o no di Ballardini è fondamentale per le strategie di mercato. Molto significative in tal senso le dichiarazioni dell'agente di Robert Acquafresca, Paolo Fabbri. «La soluzione Atalanta piace sia a me che al giocatore, se ci fosse anche Ballardini ci piacerebbe ancora di più. Con Ballardini in panchina mi sento di dire che Acquafresca sarebbe più vicino all'Atalanta». Fabbri ieri era a Manchester e aspetta prima di tutto che Genoa e Inter definiscano l'operazione che porterà Acquafresca sotto la Lanterna.

L'incontro avverrà giovedì. L'attaccante è legato in particolare a tre allenatori, Allegri, Ballardini e Giampaolo, e sceglierà la destinazione futura anche in base a chi sarà il tecnico. Ieri ad esempio è circolata la voce di un interessamento del Palermo. In realtà i rosanero non si sono ancora mossi, ma se dovessero ingaggiare Giampaolo, potrebbero diventare una minaccia seria. Il Genoa comunque tra tutte le pretendenti ha già deciso di privilegiare l'Atalanta, perché non vuole correre rischi di perdere tra un anno la punta. Gigi Del Neri intanto alla Sampdoria avrebbe come prima cosa richiesto l'acquisto di un giocatore dall'Atalanta: Tiberio Guarente.

Il centrocampista, reduce da una stagione brillante, è seguito anche da Fiorentina, Genoa e Lazio, ma l'Atalanta per il momento non vuole prendere in considerazione la sua partenza, visto che ha già ceduto Luca Cigarini al Napoli (mancano solo dei dettagli, nei prossimi giorni l'affare andrà in porto). L'Atalanta potrebbe privarsi di Guarente solo se arrivasse un'offerta di 8-9 milioni di euro, un investimento che al momento nemmeno la Sampdoria sembra poter sostenere. Un altro giocatore che Del Neri porterebbe volentieri con sé è Thomas Manfredini. Nelle prossime settimane, quindi, non è da escludere l'offensiva doriana per questi i due giocatori. L'Atalanta comunque ha congelato quasi tutte le operazioni di mercato, in entrata e in uscita, in attesa del nuovo tecnico. Anche Daniele Capelli ha diversi estimatori. In primis Antonio Conte che dopo averlo allenato ad Arezzo, vorrebbe portarlo a Bari e dopo il tentativo andato a vuoto a gennaio tornerà sicuramente alla carica. Anche il Chievo e il Bologna seguono da tempo il centrale di Grumello.

Ma l'Atalanta deve ancora decidere se lasciarlo andare o confermarlo in organico: deciderà il nuovo mister. Il Parma intanto eserciterà il diritto di riscatto e con 1,7 milioni di euro tramuterà il prestito di Alessio Manzoni in una comproprietà. L'Atalanta sta valutando se fare altrettanto con Francesco Parravicini (costo 800 mila euro per la metà). Su Riccardo Meggiorini infine, oltre ad Atalanta e Samp, ci sarebbe anche la Lazio. Si attende solo di formalizzare l'arrivo di Cristian Raimondi, svincolato dal Vicenza: con il giocatore l'accordo c'è già da tempo sulla base di un triennale, ma si attende di conoscere le intenzioni del nuovo allenatore

e.roncalli

© riproduzione riservata