Martedì 26 Agosto 2014

Alla Remer-primavera il compito

di vincere la «scommessa A2»

Remer Treviglio: a sinistra il presidente Gianfranco Testa, a destra l'allenatore Adriano Vertemati

La Remer, edizione Primavera, vincerà la scommessa di disputare un dignitoso campionato? È ciò che ci si è chiesti nel corso del raduno della squadra, nella palestra di Spirano, in preparazione al prossimo torneo (pronti via il 5 ottobre).

A rispondere, in prima persona, il presidente Gianfranco Testa che anche all’annuncio dell’ ultimo acquisto, il diciannovenne Slanina aveva dichiarato “Vorrei fossimo la sorpresa. La squadra è molto giovane ma di grande qualità. Vogliamo approdare alla A2 unica, non c’è dubbio”.

Avallabili, secondo noi, le parole del dinamico numero uno del club bergamasco anche perché per salire dall’attuale terza categoria a quella più qualificata sarà sufficiente classificarsi tredicesimi (sedici in totale i team in lizza).

Fondamentale per centrare l’obiettivo sarà comunque l’apporto dei tre senior capitan Rossi (trentatreenne) Marino (28) e Marusic (25). Al terzetto il duplice compito: rendere sul parquet secondo i rispettivi riconosciuti copioni e trasmettere tranquillità ai sette baby inclusi nella formazione titolare. Elenchiamoli in ordine alfabetico: Carnovali, Gaspardo, Kyzlink, Slanina, Sabatini, Turel (età media vent’anni) più uno prelevato dalla consociata Bluorobica.

Non fa eccezione, sempre riguardo all’invidiabile carta d’identità, il trentaduenne Adriano Vertemati, confermato a pieno titolo visto come ha diretto dalla panchina la squadra nelle tre precedenti edizioni. Il lavoro, specie, di amalgama al coach milanese non mancherà proprio. Quanto alla composizione del quintetto base, sostituendoci umilmente allo stesso allenatore, potrebbe disegnarsi così: Rossi, Gaspardo, Marino, Carnovali e Kyzlink.

Primi cambi Marusic e Sabatini, a seguire gli altri. Vale la pena ricordare che rispetto allo scorso campionato (la Remer si piazzò seconda in regular season, poi subito eliminata nei playoff) la formazione trevigliese è rimasta orfana, in un solo botto, di pedine di spessore quali Alessandri, Ideoha, Borra, Kristic e Flaccadori. Tornando alla preparazione, che avrà luogo a Spirano vista la momentanea indisponibilità del PalaFacchetti, la squadra affronterà il Crema (ex serie B), domenica 31 agosto, alle ore 18. Altre amichevoli si susseguiranno con frequenti cadenze. Buon lavoro!

Arturo Zambaldo

© riproduzione riservata