Atalanta, maledizione della prima gara? Spinazzola, si ipotizza una multa

Atalanta, maledizione della prima gara?
Spinazzola, si ipotizza una multa

Una punizione beffarda di Kolarov condanna l’Atalanta alla sconfitta nella prima giornata di serie A, prolungando la maledizione dell’esordio in campionato: dal ritorno in A del 2011 solo due pareggi in sette partite. Intanto ancora occhi puntati su Spinazzola.

Negli ultimi sette campionati nella massima serie l’Atalanta ha ottenuto la miseria di due punti nella prima partita di campionato: solo due pareggi (contro Genoa e Verona), a fronte di ben cinque sconfitte (due con la Lazio, una con Cagliari, Inter e, ora, Roma). Per trovare l’ultima vittoria nella gara d’esordio nella massima serie, si deve andare al 2008: Atalanta-Siena 1-0. Una prima giornata, formalmente, è coincisa con una vittoria, nel 2011, ma contro il Cesena non si giocò a inizio stagione, ma a dicembre. Un anno fa, era arrivata un’altra sconfitta, sempre in casa e sempre contro una squadra romana: in quel caso, la Lazio si era imposta 4-3. Rispetto a un anno fa, però, l’andamento della gara d’esordio è stato molto diverso: nel 2016-17, infatti, i nerazzurri si erano arresi dopo un brutto primo tempo e un tentativo di rincorsa nella ripresa.

A Bergamo domenica 20 agosto i nerazzurri non demeritano e rischiano pochissimo, ma dopo il gol della Roma al 31’ del primo tempo non riescono a raddrizzare la partita nonostante una prestazione in crescendo. L’Atalanta non ha entusiasmato e ha creato solo due palle gol clamorose, ma avrebbe sicuramente meritato almeno il pareggio in considerazione della prevalenza nel gioco, dell’insistenza nel possesso palla e della supremazia nei tiri fatti (16 a 4). Ma il gol non arriva e la Roma riesce a espugnare lo stadio di Bergamo.

Intanto la prima settimana dopo l’avvio del campionato si aprirà martedì, in maniera classica, con il primo allenamento settimanale in programma: il ritrovo al Centro Bortolotti di Zingonia è per domani alle 15, con seduta a porte aperte. Non ci sono situazioni da tenere d’occhio, se è vero che Gasperini ha grande abbondanza di scelte: tutta la squadra è a disposizione, visto che anche in occasione della partita contro la Roma, l’allenatore ha convocato 27 giocatori. La gara di domenica non ha portato in dote infortuni o acciacchi: Palomino si è procurato solo un graffio alla testa, ma è stato medicato e non ha problemi. Nei prossimi giorni saranno da valutare i progressi di Caldara e de Roon, ancora a corto di condizione.

Probabile che Spinazzola continuerà ad allenarsi a parte, come negli scorsi giorni: il giocatore non ha risposto alla convocazione, probabile una multa. La prossima gara dell’Atalanta è quella in programma domenica alle 20,45 al San Paolo, contro il Napoli. Intanto, la campagna abbonamenti si è chiusa, toccando quota 14.041 tessere vendute.


© RIPRODUZIONE RISERVATA