Domenica 02 Febbraio 2014

Benitez recita il mea culpa:

errori non normali per la difesa

L'allenatore del Napoli Rafa Benitez sconsolato a fine partita
(Foto by Magni)

«Nella prima parte non abbiamo mai sofferto. Nel secondo tempo abbiamo fatto un errore ed è cambiato tutto. Oggi abbiamo visto errori che non sono normali per la nostra difesa». La faccia perplessa di Rafa Benitez in sala stampa è fin troppo eloquente.

Certamente il tecnico non si aspettava di andare incontro a una sconfitta del genere. «Tutti e tre i gol sono stati colpa nostra. Sul primo abbiamo perso palla, sul secondo abbiamo calciato all’indietro e sul terzo Fernandez è scivolato. Forse possiamo lavorare sul primo, sugli altri due è difficile». Merito anche dell’Atalanta, che ha spinto sull’acceleratore per novanta minuti. «Di solito le squadre che pressano poi calano nella ripresa - ammette Benitez -, stavolta non è andata così».

Il tecnico prova a raccogliere i cocci. «Siamo dispiaciuti per questa sconfitta. Ero convinto di fare un buon secondo tempo. Ora parleremo tra noi, quando si perde così è normale andar giù di morale». Secondo Benitez il turnover c’entra poco. In campo avevamo giocatori che hanno giocato e vinto tante partite quest’anno. Per me la formazione era giusta per affrontare questa partita. Ora parlate di queste scelte perché guardate il risultato. Calo fisico? I dati dicono che non c’è, ma non è facile gestire due partite a settimana. Il presidente? Non ho ancora avuto tempo di sentirlo»

© riproduzione riservata