Biava: «Un successo cambierà tutto» Stamattina Atalanta allo stadio con i tifosi

Biava: «Un successo cambierà tutto»
Stamattina Atalanta allo stadio con i tifosi

Quattro campionati vinti, salendo dalla D alla A, e nessuna retrocessione in 19 anni di carriera. «Ma non esiste proprio che capiti proprio adesso che sono tornato a casa - dice Giuseppe Biava, 37 anni, da 11 in serie A - . Non esiste, non succederà: ci serve una vittoria e cambia tutto».

Certo, basta una vittoria. La stiamo aspettando da 70 giorni: Atalanta-Cagliari 2-1 il 1° febbraio. «Lo ricordo bene quel giorno...».

Certo, ha segnato lei il gol dell’1-0. Ripartiamo da lì? «A me domenica va bene anche un’autorete del Sassuolo... Adesso serve l’Atalanta, non dobbiamo pensare alle prestazioni individuali. E visti i fatti direi di ripartire dal secondo tempo con il Toro».

Lei sfonda una porta aperta: ripartiamo dal 4-4-2. «Da quell’atteggiamento, il modulo viene dopo. La ripresa di domenica ci ha detto che magari potevamo aggredirli da subito i granata. Ma avevamo preparato la partita per non concedere loro il contropiede...»

Qual è l’atteggiamento con cui affrontare il Sassuolo? «Domenica arriva una buona squadra, molto ben organizzata da un allenatore che da tempo la fa giocare a memoria. Ne conosciamo bene le caratteristiche, sappiamo che il suo punto di forza è l’attacco».

Tra 20 giorni ci sarà lo scontro diretto con il Sassuolo: con quanti punti di vantaggio spera di andarlo a giocare? «Visto il calendario, abbiamo le partite in casa con Sassuolo ed Empoli, non sarebbe male andare a Cesena con sei punti di vantaggio. Lo spirito, nostro e del Cesena, sarebbe diverso... E comunque abbiamo il vantaggio di aver vinto 3-2 in casa».

La squadra da venerdì sera è in ritiro nel Centro Bortolotti di Zingonia e sabato mattina allo stadio riceverà la carica dai tifosi. La rifinitura, infatti, in via del tutto eccezionale è stata spostata al Comunale e sarà interamente aperta al pubblico: verrà aperta la tribuna Creberg e dalle 10,30 circa (al più tardi dalle 11) comincerà l’allenamento, al termine del quale mister Reja terrà la classica conferenza stampa della vigilia


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola sabato 11 aprile 2015

© RIPRODUZIONE RISERVATA