Cigarini: «Io? resto all’Atalanta Non ho proprio nessun dubbio»

Cigarini: «Io? resto all’Atalanta
Non ho proprio nessun dubbio»

«Resto all’Atalanta, io non ho dubbi. Non mi pongo il problema di andare via. Se poi questa sarà una scelta della società, perché com’è giusto che sia il club ogni anno deve monetizzare, ne prenderò atto con serenità. Questo è normale, è il mercato».

Luca Cigarini chiude la stagione in contropiede. Lui che di solito li innesca, questa volta affonda a sorpresa con l’intervista di fine campionato. «Sento mille voci, ma io non ho mai chiesto di andare via e non lo farò certo adesso. Con l’Atalanta ho ancora tre anni di contratto, la città è vivibile, siamo rimasti in serie A».

Atalanta quartultima. Giusto così? «Alla fine arriva quello che hai meritato. A noi è mancata una costanza nei risultati, non ricordo un solo periodo tutto positivo. Sempre alti e bassi, in casa e fuori».

Cigarini e i compagni esultano a fine partita a Palermo, giorno della virtuale salvezza

Cigarini e i compagni esultano a fine partita a Palermo, giorno della virtuale salvezza

Un po’ come la stagione di Cigarini. «Sono parte del gruppo, credo poco ai giocatori che da soli cambiano le stagioni. E vi assicuro che sono il primo a non essere soddisfatto del mio rendimento. È stato al di sotto delle aspettative, troppi alti e bassi. Capisco di potermi sentire lo specchio della squadra…»

Con Reja si può ripartire? «Reja mi porta solo pensieri positivi. Con lui abbiamo sviluppato un buon calcio».


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola martedì 2 giugno 2015

© RIPRODUZIONE RISERVATA