Col Carpi l’Atalanta vuol festeggiare Sono 108 le candeline della società

Col Carpi l’Atalanta vuol festeggiare
Sono 108 le candeline della società

Tanti auguri all’Atalanta, possibilmente da festeggiare con i tre punti. Tocca ai ragazzi di mister Reja regalare una nuova gioia ai suoi sostenitori battendo il Carpi.

Voglia di riscossa nella sfida delle 15 al Comunale, dopo il ko con la Fiorentina e la pausa per le Nazionali: c’è da festeggiare a dovere il compleanno del mister e soprattutto quello della società atalantina, arrivata a quota 108 candeline.

Vincere per non mettere limiti alla propria stagione e pensare in grande, non all’Europa ma ad un campionato da protagonista, da mina vagante della stagione. Dopo il Carpi ci saranno Juventus, Lazio, Bologna e Milan: esclusi i rossoblù saranno impegni difficilissimi contro le grandi formazioni della Serie A, ma il ragionamento di mister Reja in sala stampa alla vigilia non fa una piaga.

In caso di vittoria con il Carpi, l’Atalanta potrebbe affrontare le più blasonate rivali con il morale a mille, una condizione eccellente, senza problemi di classifica e a mente serena, potendo davvero fare male a formazioni concentrate anche a rincorrere in graduatoria.

Un solo dubbio vero alla vigilia per quello che riguarda gli infortuni e le squalifiche per il match contro gli emiliani. Paletta è out dopo l’esagerata espulsione di Firenze: al suo posto si candidano Cherubin e Stendardo per piazzarsi al fianco di Toloi al centro della difesa. Nella mente di mister Reja però non è scontato che si ripeta il centrocampo delle ultime partite: due coppie per tre posti con 6 giocatori completamente a servizio. I rumors della vigilia danno favoriti De Roon in mezzo al campo, supportato da Kurtic e Carmona, ma non è da scartare la candidatura di Grassi.

La certezza è quella dell’attacco atalantino: stanno spendendo davvero tante energie con un moto perpetuo in fase avanzata, ma contro il Carpi saranno ancora loro ad essere sia finalizzatori che suggeritori della punta centrale Pinilla. Proprio il cileno sarà il puntero degli uomini di Reja, dopo aver recuperato dall’infortunio accusato in avvio di match contro la Sampdoria. Sarà fondamentale non risvegliare più di quanto non sia successo dopo il successo con il Torino la squadra di mister Sannino, appena arrivato sulla panchina della neopromossa: non sottovalutare il Carpi, per regalarsi un compleanno con torta e brindisi finale.

Probabili formazioni
Atalanta (4-3-3): 57 Sportiello; 5 Masiello, 3 Toloi,33 Cherubin, 93 Dramé; 27 Kurtic, 15 De Roon, 17 Carmona; 11 Moralez, 51 Pinilla, 10 Gomez. A disp.: 30 Bassi, 1 Radunovic, 6 Bellini, 2 Stendardo, 77 Raimondi, 28 Brivio, 24 Conti, 8 Migliaccio, 21 Cigarini, 88 Grassi, 7 D’Alessandro, 45 Monachello,19 Denis. All.: Reja.

Carpi (3-5-2): 27 Belec; 5 Zaccardo, 33 Spolli, 6 Gagliolo; 3 Letizia, 58 Fedele,10 Lazzari, 4 Cofie, 34 Gabriel Silva; 7 Matos, 12 Borriello. A disp.: 1 Brkic, 22 Benussi, 2 Wallace, 14 Gino,18 Bubnjic, 8 Bianco, 20 Lollo, 19 Pasciuti, 11 Di Gaudio, 15 Lasagna, 99 Mbakogu. All.: Sannino.

Arbitro: Pasqua di Tivoli.


© RIPRODUZIONE RISERVATA