Denis chiede scusa ai tifosi «Ero arrabbiato con me stesso»

Denis chiede scusa ai tifosi
«Ero arrabbiato con me stesso»

Dopo la reazione stizzita al momento della sostituzione di domenica scorsa nel match con il Parma, il capitano nerazzurro torna sull’episodio: «Ci tengo a scusarmi con i tifosi»

« Non è stato un bel gesto, lo hanno visto tutti e all’interno dello spogliatoio mi sono già chiarito e scusato, ma credo sia importante farlo anche con tutti gli appassionati. Sento la vicinanza di tutti, grazie davvero». German Denis rompe il silenzio e alla vigilia della gara con l’Udinese in un’intervista a BergamoPost dice la sua sul momento di stizza di domenica scorsa al momento del cambio deciso da mister Colantuono..

Denis dopo il rigore sbagliato contro la Juventus

Denis dopo il rigore sbagliato contro la Juventus
(Foto by Magni Paolo Foto)

«Ero arrabbiato con me stesso – continua il numero 19 nerazzurro – perché non riuscivo a far vincere la squadra, la reazione non voleva essere contro nessuno e tantomeno contro il miste». E sulla fascia da capitano quasi strappata: « Ho perfino fatto fatica a toglierla darla a Cigarini, non volevo assolutamente strapparla».

Denis esulta dopo una rete dello scorso campionato

Denis esulta dopo una rete dello scorso campionato
(Foto by Magni Paolo Foto)

Poi la questione delicata del goal che non viene: «Nei tre anni passati sono stato al massimo 5 partite senza fare gol, voglio interrompere questo digiuno». E ricorda i problemi fisici avuti quest’estate al tendine e quelli psicologici per il ricovero in ospedale del figlio Benjamin, assicurando di sentirsi «sempre meglio».

German Denis a Genova contro la Sampdoria

German Denis a Genova contro la Sampdoria
(Foto by Magni Paolo Foto)

Di certo c’è che, vista con gli occhi del capitano il gruppo c’è, e la vittoria con il Parma ha fatto morale: «Siamo davvero un gruppo importante, sento ogni giorno la fiducia di tutti i ragazzi che sono nello spogliatoio e penso solo a lavorare al massimo». Cominciando dai prossimi match, domenica ad Udine e mercoledì in casa col Napoli nel turno infrasettimanale: «Il nostro obiettivo deve essere sempre quello di prendere punti». E quando arriverà la rete ci sarà l’urlo liberatorio che «potranno sentire anche in Argentina». Speriamo già domenica.


© RIPRODUZIONE RISERVATA