Martedì 28 Aprile 2009

Doni è rimasto a riposo
Del Neri ha voglia di vincere

Ci si torna ad allenare a Zingonia, ma non tutti scendono in campo. Doni resta negli spogliatoi, impegnato a fare terapia, ma domenica dovrebbe esserci contro l'Udinese. Il capitano ha un'infiammazione al tendine d'Achille della gamba destra che si acuisce quando gioca su campi duri, come lo era l'Olimpico domenica: questo il motivo della sua richiesta di sostituzione.

Il recupero di Doni, che dovrebbe essere completo per venerdì, diventa inoltre fondamentale anche in virtù della squalifica di Valdes. In caso di mancanza anche del capitano, si ipotizza l'entrata di Plasmati, con il solo Zaza come attaccante di riserva. Da decidere anche come sostituire l'altro squalificato, Garics. Due le opzioni: inserire Capelli senza stravolgere la difesa oppure Peluso spostando Bellini a destra. Confermatissimo sulla destra di centrocampo Defendi dopo l'eccellente prestazione di Roma.

E mister Del Neri ha un pensiero: attaccare il record di punti di Colantuono. «Siamo a 44 punti e abbiamo a disposizione ancora cinque giornate - commenta l'allenatore -. Ciò vuol dire che i punti in palio sono 15 e io tanti ne vorrei fare. È chiaro che pensare di vincerle tutte è difficile, anche perché affronteremo tutte squadre di medio-alta classifica, ma l’idea è quella di puntare a fare il massimo. Perciò quando mi fate notare che con due vittorie raggiungiamo il record di punti, io rispondo che a me non bastano. Sulla carta avremo sfide proibitive, ma abbiamo già dimostrato che di proibitivo non c’è niente».

A Zingonia è intanto tornato anche Cerci, via nelle ultime settimane per curarsi il ginocchio destro. Per mercoledì intanto è prevista una sola seduta, alle 11. Giovedì alle 14,40 amichevole a Mozzo.

fa.tinaglia

© riproduzione riservata