Festa della Dea: finale col  botto - Video  Percassi e Stromberg arrivano in treno...

Festa della Dea: finale col botto - Video
Percassi e Stromberg arrivano in treno...

La notte del presidente Antonio Percassi e quella dello storico capitano dell’Atalanta, Glenn Peter Stromberg.

L’ultima serata della Festa della Dea, nel piazzale di OrioCenter, si è chiusa con il botto, quello tanto atteso del numero uno dei nerazzurri e quello inaspettato del più amato di sempre, lo svedese capitano dell’Atalanta targata Cesare Bortolotti. La dirigenza atalantina - rappresentata anche dall’ad Luca Percassi, dal dg Pierpaolo Marino, dal direttore tecnico Giovanni Sartori, dal ds Gabriele Zamagna e dal nuovo responsabile del settore giovanile Maurizio Costanzi - è arrivata su una carrozza ferroviaria tirata a lucido e colorata di nerazzurro con la scritta «Voglia d’Europa».

Il presidente Antonio Percassi e Glenn Stromberg

Il presidente Antonio Percassi e Glenn Stromberg
(Foto by Magni Paolo Foto)

«Restiamo in serie A, quello è il nostro scudetto - ha detto Antonio Percassi -: i ragazzi sono consapevoli che quest’anno devono rifarsi e noi ci attrezzeremo al meglio per farlo. Per la ristrutturazione dello stadio uno dei passi sarà la Curva Nord nuova. La famiglia Atalanta ha deciso di aderire all’associazione dedicata a Yara, presente alla festa».

Il presidente Percassi scatenato

Il presidente Percassi scatenato
(Foto by Magni Paolo Foto)

Glenn Stromberg è scoppiato in un lungo pianto fin dalla sua entrata nel piazzale di OrioCenter e poi sul palco ha ricordato nel silenzio del piazzale il suo presidente Cesare Bortolotti: «La gente mi vede nei negozi e mi ricorda gol dei quali mi sono dimenticato - ha affermato lo svedese -. Solo il fatto che la gente mi riempie di affetto a distanza di anni vale più di tutti i gol in carriera».

Il presidente Percassi e il dg Marino sul treno nerazzurro

Il presidente Percassi e il dg Marino sul treno nerazzurro
(Foto by Magni Paolo Foto)


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola mercoledì 15 luglio 2015

© RIPRODUZIONE RISERVATA