Foppapedretti, orgoglio e potenza Vittoria 3-1 con il Montichiari
L’esultanza delle rossoblù (Foto by Foppapedretti)

Foppapedretti, orgoglio e potenza
Vittoria 3-1 con il Montichiari

Decima di Campionato con due squadre in momenti diametralmente opposti: Montichiari reduce da tre vittorie consecutive, la Foppapedretti con altrettante sconfitte negli ultimi turni. E il match del PalaGeorge di Montichiari ha visto la Foppapedretti mettere in campo una reazione incontrastabile per le avversarie. È arrivata la vittoria dopo che gli spettri si erano rifatti vivi nel primo parziale. Dopo che la Foppapedretti ha iniziato a battere con incisività, a ricevere e ad attaccare senza tregua, con coraggio. E ha regalato una vittoria di orgoglio e potenza.

La Foppapedretti si presenta in campo con Plak, Gennari, Aelbrecht, Paggi, Barun, Lo Bianco e Cardullo, Montichiari risponde con Dalia, Brinker, Tomsia, Barcellini, Sobolska, Gioli e Carocci. Sono Tomsia e Brinker i principali terminali d’attacco delle bresciane in avvio di match, mentre Lo Bianco smista le giocate a Plak e Barun per restare agganciata. Quando Brinker mette a terra la palla del 18-14, Lavarini ferma il gioco e sul 20-14 inserisce Sylla per Plak. Si arriva al 21-20, ma qualche errore di troppo e gli attacchi di Brinker bloccano la rimonta: 25-20 e le padrone di casa si portano avanti. È il muro di Bergamo il protagonista delle fasi iniziali del secondo parziale e le rossoblù si portano avanti 4-1. È Plak a dare incisività al muro e all’attacco (per lei anche tre ace, due consecutivi) e insieme a Barun guidano fino al vantaggio massimo di 17-6. Il margine di 11 punti di distacco viene amministrato fino al 25-17 che riporta il match in parità.

#MontichiariFoppa 1-3

Posted by Foppapedretti Bergamo on Domenica 6 dicembre 2015

Si riparte con Frigo per Paggi, con Plak inarrestabile in attacco e Lo Bianco in battuta ed è subito 6-0. Sul 21-16 un paio di errori di troppo delle rossoblù consentono alle bresciane di avvicinarsi, ma prima Frigo, poi Plak e un errore al servizio di Montichiari chiudono il set sul 25-20. L’orchestra Foppapedretti trova continuità e coraggio e continua a suonare una sinfonia esaltante per i tifosi rossoblù presenti al PalaGeorge. L’eleganza di Lo Bianco (oltre a 3 ace e il punto che chiude il match) e Barun (15 punti in attacco e 3 a muro), la potenza di Plak (best scorer con 27 punti: 2 a muro, 4 in battuta e il 60% e di efficacia in attacco) permettono alla Foppapedretti di andarsene via determinata verso la vittoria.

"Dobbiamo sempre guardare avanti e pensare alla partita dopo. Spero che lo facciano tutti. Quello che posso dire è che...

Posted by Foppapedretti Bergamo on Sabato 5 dicembre 2015

Paola Paggi commenta: «Eravamo in un periodo difficile, dovevamo dare una svolta. Questa partita era proprio un punto di svolta e abbiamo reagito nel modo giusto attaccando fin dalla battuta. Ci stavamo allenando per questo, non sempre eravamo riuscite a fare un buon lavoro, ma oggi siamo riuscite anche a registrare la ricezione e a dare alla Plak la possibilità di sfruttare il suo fondamentale migliore». Domenica 13 dicembre il PalaNorda riapre per ospitare la sfida tra Foppapedretti e Novara. Fischio d’inizio alle 18.

Metalleghe Sanitars Montichiari-Foppapedretti Bergamo 1-3 (25-20, 17-25, 20-25, 19-25)

Metalleghe Sanitars Montichiari: Carocci (L), Dalia 2, Brinker 10, Tomsia 19, Barcellini 4, Lualdi, Mimgardi, Zecchin n.e., Lombardo 3, Sobolska 6, Gioli 11 All. Barbieri

Foppapedretti Bergamo: Mori, Plak 27, Frigo 4, Gennari 10, Cardullo (L), Aelbrecht 6, Paggi 1, Barun-Susnjar 18, Lo Bianco 5, Mambelli n.e., Sylla 2. All. Lavarini

Arbitri: Sandro La Micela e Davide Prati


© RIPRODUZIONE RISERVATA