Venerdì 09 Maggio 2014

Giro d’Italia, i bergamaschi in gara

Il 25 maggio si attraversa la provincia

La City Hall a Belfast in attesa della partenza del 97° Giro D'Italia

Il Giro d’Italia 2014, scattato venerdì 9 maggio da Belfast, prevede un percorso di 3.449,9 chilometri, distribuiti su 21 tappe. Di queste, due sono cronometro individuale, una (quella di venerdì) cronometro a squadre, otto tappe per velocisti, una tappa di media montagna, quattro tappe di media montagna con arrivo in salita, cinque tappe di alta montagna con arrivo in salita. La tappa più lunga è l’11ª, la Collecchio-Savona di 249 km. La Cima Coppi e collocata sul Passo dello Stelvio, a 2.758 metri d’altezza, dove i corridori passeranno nel corso della 16ª tappa, da Ponte di Legno alla Val Martello.

La 97ª edizione del Giro d’Italia attraverserà la nostra provincia nel corso della 15ª tappa, la Valdengo-Plan di Montecampione di domenica 25 maggio, tappa di alta montagna con arrivo nel Bresciano a quota 1.107 metri. Dei 225 km del percorso, 64 saranno sulle strade bergamasche: dopo la partenza in provincia di Biella, al 128° km la corsa entrerà in provincia a Capriate San Gervasio, proveniente da Trezzo sull’Adda. Poi passerà da Brembate, bivio Zingonia, Osio Sotto, Dalmine, Lallio, Bergamo (attraversamento della città da via Paleocapa, via Mai, via Borgo Palazzo), Seriate, Albano, San Paolo d’Argon, Trescore Balneario, Casazza, Endine Gaiano, Lovere, Costa Volpino, Rogno. Poi prenderà le strade bresciane puntando su Darfo e Pian Camuno dove inizierà la salita verso il traguardo.

I BERGAMASCHI AL GIRO

Quattro bergamaschi a cui si aggiungono tre di adozione, rappresentano la forza di Bergamobici al 97° Giro d’Italia che scatta oggi con la cronometro a squadre, da Belfast, in Irlanda.

Fabio Aru (Astana, 23 anni). La sua predisposizione per le corse fa di lui un atteso protagonista, anche se la punta dell’Astana sarà Scarponi.

Enrico Barbin (Bardiani, 24 anni). Ha appreso soltanto lunedì della convocazione e, giustamente, si è detto orgoglioso.

Mattia Cattaneo (Lampre, 23 anni). Dopo una stagione, quella del debutto tra i «pro», condizionata da malanni fisici, l’atleta di Alzano ha ripreso fiducia nelle proprie possibilità così ben espresse tra i dilettanti.

Daniele Ratto (Cannondale, 24 anni). Daniele è a conoscenza di avere in squadra un ruolo importante.

Konstantin Siutsov (Sky, 31 anni). Soltanto in «zona Cesarini» ha risolto il problema del passaporto ed è subito partito per Belfast.

Paolo Tiralongo (Astana, 36 anni). È tra i veterani del Giro e sarà regista dell’Astana, squadra che schiera Scarponi e Aru.

Davide Villella (Cannondale, 22 anni). Ha appreso della partecipazione al Giro soltanto qualche giorno fa.

© riproduzione riservata