Martedì 31 Luglio 2012

Il «Tir» e le sirene americane:
«Qualcosa c'è, valuteremo»

La colonna sonora perfetta ce la mette un romano come lui. «Ma sono vivo e sono qui», lo canta Claudio Baglioni ma lo ha ribadito anche Simone Tiribocchi sabato sera stendendo l'Udinese e regalando il Bortolotti all'Atalanta.

«Sto bene e ho dimostrato di poter dire ancora la mia», dice orgoglioso. Ha trascorso la domenica riposandosi a Bergamo («ho dormito tutto il pomeriggio», sorride) in compagnia di sua moglie Gloria che a ottobre gli regalerà la gioia di diventare padre di Emanuele. «La nascita del bambino sicuramente mi dà una spinta in più».

Se sarà una spinta anche per restare a Bergamo lo vedremo nel prossimo mese, intanto il Tir ha mandato un segnale importante. Inzaghi? Il bomber d'esperienza l'Atalanta ce l'ha già in casa.

Tiribocchi sente di poter dare ancora molto all'Atalanta. Lo si è notato anche nell'esultanza dopo il gol. Le sirene però arrivano dalla B e dall'America. «Qualcosa c'è, valuteremo. ma gli Usa intrigano più me di mia moglie».

Leggi di più su L'Eco in edicola martedì 31 luglio

a.ceresoli

© riproduzione riservata