Domenica 15 Dicembre 2013

La Foppa con una super Valentina

si beve anche Conegliano

Valentina Diouf della Foppapedretti Bergamo

Una seconda piazza per due: a Villorba la Foppapedretti sfida Conegliano per assumere i gradi di vera antagonista di Piacenza. Di fronte a circa 3000 spettatori, di cui solo una ventina provenienti da Bergamo e soprattutto per la prima volta con Jenny Barazza dall’altra parte della rete (alla quale i tifosi bergamaschi hanno dedicato anche uno striscione), le ragazze di Lavarini scendono in campo concentrate e determinate a portare a casa il successo nella maniera più netta possibile.

E Valentina Diouf prende alla lettera gli ordini impartiti da Lavarini: il suo monologo iniziale permette alle rossoblù (per l’occasione in maglia rosa shocking) di volare immediatamente sul punteggio di 1-5. Occorrono solo 10’ per arrivare, sul 4-12, al time-out discrezionale.

La partita è infuocata:l’errore in ricezione di Fiorin e ilmuro orobico riportano Bergamo di nuovo a +8 (11-19). Conegliano ci riprova e con Nikolova e i muri della Fiorin e della Kauffeldt le trevigiane acciuffano il pareggio a quota 24. Ma ai vantaggi il muro di Bergamo fa la differenza e mette a terra il decisivo 24-26.

Il secondo set è molto più equilibrato: il primo vantaggio per Bergamo arriva sul 6-7 con il primo tempo della Stufi. Con Sylla e Diouf la Foppa comincia a mettere giù punti pesanti: 12-17.

La solita Valentina Diouf trascina Bergamo alla vittoria anche del secondo set, chiuso dal pipe di Laura Melandri.

Nel terzo set Conegliano riesce a riprendere la Foppapedretti (che si era portata sull’11-15) e, con Nikolova e Barazza sugli scudi, arriva il vantaggio trevigiano sul 17-15. Ma la Diouf è senza rivali: riesce a beffare Valentina Tirozzi che si spinge troppo avanti e trova la parità a quota 17. Stavolta, però, la Imoco non si disunisce: l’attacco di Diouf fuori sancisce il doppio set ball per Conegliano, concretizzato dal muro sulla Blagojevic che vale il 25-22.

Ma la Foppapedretti si rialza subito e entra per il quarto set decisa a portare a casa la partita: Sylla e Stufiprotagoniste e 5-12 per le orobiche, con alcuni errori inaspettati di Jenny Barazza e Valentina Tirozzi.

Il quarto set è praticamente senza storia: lunghissimo turno in battuta di Federica Stufi fino al 13-22. La Foppa si rilassa, facendosi annullare 4 match ball per l’ira di Lavarini, prima del definitivo 19-25.

© riproduzione riservata