«Le nostre ambizioni? La salvezza!» Atalanta, il Gasp: «Si riparte da capo»

«Le nostre ambizioni? La salvezza!»
Atalanta, il Gasp: «Si riparte da capo»

Le parole di Gasperini alla vigilia del match con la Spal ricalcano quelle del presidente Percassi. prima di tutto l’umiltà e poi ritrovare la fame di vittoria.

«Le nostre ambizioni? La salvezza!». La battuta di Gian Piero Gasperini alla vigilia della prima di campionato della sua Atalanta in casa della Spal ricalca il pensiero del patron Antonio Percassi, che giovedì in un’intervista a L’Eco di Bergamo aveva sottolineato l’importanza dell’obiettivo minimo: «Ha ragione il presidente: 40 punti, se bastano, e poi tutto il resto. Occorre confermare la fame di essere protagonisti, la stessa fame che alla fine dello scorso campionato ci aveva condotto a 9 vittorie e 4 pareggi».

«Condivido il discorso dell’umiltà, che non equivale a debolezza ma a forza - rimarca il tecnico nerazzurro Gasperini - In una stagione nuova si riparte da capo, senza cancellare ovviamente il terzo posto dell’anno scorso: all’inizio non si può mai sapere per cosa si combatterà». Gasperini commenta anche gli innesti a mercato aperto: «Malinovskyi è un ottimo giocatore che ha bisogno di giocare e di inserirsi. Muriel davanti ci dà soluzioni in più - chiude. Skrtel è arrivato più tardi, ci darà una buona mano anche se non ha ancora una condizione pari agli altri. Non so se arriverà qualcun altro, per ora siamo questi: il mercato aperto a campionato iniziato è una follia, ma sono anche stanco di dirlo».


© RIPRODUZIONE RISERVATA