Astori, il lutto del mondo del calcio Beckham: notizia molto triste oggi

Astori, il lutto del mondo del calcio
Beckham: notizia molto triste oggi

Fa il giro dei giornali sportivi del mondo la notizia della morte di Davide Astori. Il lutto del mondo del calcio e dei tifosi.

La tragica notizia sta facendo il giro del mondo, riportata su tutti i giornali sportivi stranieri. Davide Astori era molto conosciuto anche perchè aveva indossato la maglia della Nazionale italiana. Grande sgomento a livello internazionale in ambito sportivo.

v

v
(Foto by Fabiana Tinaglia)

v

v
(Foto by Fabiana Tinaglia)

v

v
(Foto by Fabiana Tinaglia)

v

v
(Foto by Fabiana Tinaglia)

Messaggi di cordoglio dal mondo sportivo italiano e in particolare c’è quello del Milan, dove Astori è cresciuto.

«Per la sua famiglia e per i suoi affetti più cari è tremendo. Per tutto il mondo del calcio e per tutto lo sport italiano è terribile. Apprendere notizie così, doverle approfondire, affrontare». Comincia così il messaggio di cordoglio della società rossonera per la morte del capitano della Fiorentina, Davide Astori, cresciuto nelle giovanili rossonere. «Davide Astori aveva il sorriso buono e sereno dell’amico che ogni persona perbene sogna di avere al proprio fianco. Un ragazzo innamorato del calcio, un giovane bergamasco che fa i suoi anni nel settore giovanile del Milan». «Poi - ricorda il Milan nel messaggio - il Pizzighettone, la Cremonese, il Cagliari e tutta la trafila fino alla maglia azzurra. Portata e indossata con quello stile che gli è sempre stato naturale. Per qualche anno in passato ha anche forse accarezzato il progetto di tornare in rossonero. Ma, come giustamente scrive il suo club, il suo ultimo club di una vita breve ma a testa alta, la Fiorentina, anche per tutto il Milan è questo il momento di rispettare il lutto, di vivere intimamente e profondamente una grande commozione e di porgere le più sincere e sentite condoglianze».

Il portiere viola, Marco Sportiello, è stato ascoltato questa mattina dai Carabinieri di Udine, che stanno indagando sulle cause che hanno portato alla morte di Davide Astori, visto che l’estremo difensore gigliato è stato uno degli ultimi compagni ad aver visto sabato sera, prima del suo decesso, il capitano della Fiorentina, all’interno dell’albergo che ospitava il club toscano in terra friulana. Il pubblico ministero titolare dell’inchiesta sulla morte di Davide Astori ha invece ascoltato, sempre nelle scorse ore, proprio all’interno dell’albergo, alcuni dirigenti viola e il medico sociale della società gigliata. Si tratta di prassi in casi di scomparse improvvise, come quella avvenuta per Davide Astori.

«Ciao caro Asto, difficilmente ho espresso pubblicamente un pensiero riguardo una persona, perché ho sempre lasciato che la bellezza e l’unicità di rapporti, di reciproca stima e affetto, non venissero strumentalizzati o gettati in pasto a chi non ha la delicatezza per rispettare certi legami. Nel tuo caso, sento di fare un’eccezione alla mia regola, perché hai una moglie giovane e dei familiari che staranno soffrendo, ma soprattutto la tua piccola bimba, merita di sapere che il suo papà era a tutti gli effetti una PERSONA PERBENE.....una GRANDE PERSONA PERBENE...». È una lettera piena di commozione il messaggio di Gigi Buffon nel ricordo di Davide Astori. «Eri l’espressione migliore di un mondo antico, superato, nel quale valori come l’altruismo, l’eleganza, l’educazione e il rispetto verso il prossimo, la facevano da padroni. Complimenti davvero, - conclude Buffon - sei stata una delle migliori figure sportive nella quale mi sono imbattuto. R.I.P. Il tuo folle Gigi»

«Sono stravolto per la perdita umana e sportiva. Davide era un ragazzo d’oro, una persona con cui era un piacere parlare e confrontarsi, oltre che un calciatore di qualità. Non ho parole, sono vicino alla sua famiglia e ai suoi cari». Queste le parole commosse dell’ex ct della Nazionale, Gian Piero Ventura.

«Ciao Grande ’Astò, era così che ti chiamavo quando ci incontravamo, per una partita che ci vedeva avversari o per un raduno in Nazionale. Un sorriso e un abbraccio di quelli veri, una persona leale, onesta e umile». Leonardo Bonucci ricorda con un lungo post sui social il compagno di nazionale morto oggi. «Quante volte abbiamo riso, scherzato, gioito insieme - continua il difensore del Milan -. Quante chiacchierate a tavola seduti accanto, o lungo il corridoio che a Coverciano porta alle camere, o in campo, e anche in camera. ’Dai Leo sventagliamela come saì, era quello che mi ripetevi ogni allenamento durante la tattica. Con quel sorriso che non finiva mai e che faceva capire quanto di buono c’era dentro di Te». «Te ne sei andato a giocare lassù e so che lo farai sempre con un grande sorriso - conclude Bonucci -. Quello che ti ha sempre contraddistinto. Sei un grande amico mio. Mancherai»

«Notizia molto triste oggi. I miei pensieri vanno alla famiglia, agli amici e ai compagni di squadra di Davide Astori». Così, su Instagram, l’ex campione inglese David Beckham.

Very sad news today , Our thoughts go out to Davide's family , friends and team mates RIP @acffiorentina @acmilan

Un post condiviso da David Beckham (@davidbeckham) in data:


© RIPRODUZIONE RISERVATA