«Mio padre, che orgoglio la Coppa Italia Legame con Bergamo  per sempre»
La vittoria della Coppa Italia all’Atalanta il 2 giugno 1963 con il grande Flemming Nielsen (in piedi al centro della foto)

«Mio padre, che orgoglio la Coppa Italia
Legame con Bergamo per sempre»

Il bellissimo ricordo del figlio Carsten e il messaggio d’amore e d’affetto per l’Atalanta e la sua città.

«Era molto orgoglioso di aver contribuito a portare la Coppa Italia a Bergamo e gli ho promesso che il nostro legame con la città esisterà per sempre». È il bellissimo messaggio di amore per il padre e per la città di Bergamo quello con cui Carsten Nielsen, figlio di Flemming, ha annunciato la scomparsa del padre sulla sua pagina Facebook. «Se n’è andato nel sonno il 16 novembre 2018 alle 2.42 di questa notte - scrive Carsten –. Mancherà a tutti noi, ma il ricordo di quello che ha fatto a Bergamo e l’affetto della città per lui resterà indimenticabile. Era molto orgoglioso di aver contribuito a portare la Coppa Italia a Bergamo e gli ho promesso che il nostro legame con la Città esisterà per sempre».

Storica la vittoria della Coppa Italia il 2 giugno 1963 per i nerazzurri: 55 anni fa la Dea conquistò l’unico trofeo della sua centenaria carriera battendo in finale il favorito Torino per 3-1 con tripletta di Domenghini. Tra i primi a stringersi nel ricordo di Nielsen l’Atalanta bergamasca calcio con il presidente Antonio Percassi: «Flemming Nielsen era arrivato a Bergamo dalla Danimarca nel 1961 e in tre anni è riuscito a conquistarsi l’affetto, la stima e la riconoscenza dei bergamaschi, scrivendo pagine di storia importanti, una su tutte la conquista della Coppa Italia nel 1963. Una volta conclusa la sua esperienza in nerazzurro, il suo legame con l’Atalanta e Bergamo è rimasto fortissimo. Ci ha lasciato non solo un grande calciatore e un grande uomo, ma anche un atalantino vero».


© RIPRODUZIONE RISERVATA