Domenica 13 Settembre 2009

Pagelle: Acquafresca deludente
Doni è in fase di miglioramento

CONSIGLI 6,5 - Una spettacolare parata, al 3' st su stoccata di Tissone, con deviazione in corner. Sul gol di Mannini, una rete strappa-applausi, non ha nessuna responsabilità.
GARICS 5,5 - Gara tra l’insufficienza tonda e la sufficienza. Sfortunato il suo tiro, respinto dal portiere, in pieno recupero, nell’azione del palo di Tiribocchi. Dall’esterno è lecito pretendere di più.
TALAMONTI 6 - Prestazione pulita, senza errori ma nemmeno acuti. Non è ancora il «Tala» che conosciamo.
MANFREDINI 6 - Gli avremmo assegnato un voto migliore se non si fosse fatto dribblare, con Guarente, da Cassano nell’azione del gol vincente di Mannini.
BELLINI 5,5 - Generosità da vendere, ma al pari di altri suoi compagni non sembra in grado di innestare la cosiddetta marcia in più.
PADOIN 5,5 - Il centrocampista ha lavorato moltissimo ma senza concretezza. Eppure era stato pericoloso già dopo 1'.
CERAVOLO 6 - Buon esordio, ha dimostrato disinvoltura e ha tentato anche la via della rete (14' st VALDES 6,5 - Il cileno entra, costruisce al 37' st un assist non sfruttato da Tiribocchi e al 43’ st stampa sul palo il pallone del pareggio dell’Atalanta).
CASERTA 6 - Prova incoraggiante, soprattutto per quanto offerto nei primi 45'. Nella ripresa è un po' calato.
GUARENTE 6 - Sufficienza risicata, più per stima che per il suo rendimento. Anche su di lui pesa la serpentina subìta da Cassano, abile a fornire il pallone decisivo a Mannini.
DONI 6 - Sicuramente meglio delle due precedenti partite. Il capitano è ridiventato il punto di riferimento del collettivo nerazzurro. Al 38’ della ripresa un suo pregevole colpo di testa costringe il portiere Castellazzi a volare per mandare la sfera in calcio d’angolo (40' st TIBONI SV).
ACQUAFRESCA 5 - Ancora una prova incolore per la punta atalantina, ingaggiata per infilare la porta avversaria. Poche le palle giocate e non solo, forse, perché inadeguatamente servito dai colleghi (23' st
TIRIBOCCHI 6 - A differenza dell’ex cagliaritano, mostra maggiore intraprendenza e, quanto meno, colpisce il palo.
GREGUCCI 5 - Quando la squadra perde, anche l'allenatore ha le sue responsabilità. Forse poteva osare di più e schierare Acquafresca e Tiribocchi insieme nel finale.

m.sanfilippo

© riproduzione riservata