«Piermario sempre con noi». L’Atalanta commemora Morosini a 9 anni dalla morte
Piermario Morosini

«Piermario sempre con noi». L’Atalanta commemora Morosini a 9 anni dalla morte

In un post il club nerazzurro ricorda il calciatore bergamasco, cresciuto nel suo settore giovanile, morto il 14 aprile 2012 durante la partita Pescara-Livorno.

L’Atalanta ha ricordato Piermario Morosini, prodotto del suo vivaio, a nove anni dalla tragica morte a Pescara quando giocava con il Livorno per una cardiomiopatia aritmogena. «Piermario Morosini sempre con noi», titola la nota sul sito ufficiale del club.

«Il tempo passa, ma il suo ricordo resterà sempre nei nostri cuori, più vivo che mai. Il 14 aprile 2012, a Pescara, veniva a mancare Piermario Morosini - si legge -. Sono passati nove anni, ma sembra ieri… Il presidente Antonio Percassi e tutta la famiglia Atalanta lo ricordano con immutato affetto. Piermario sempre con noi».

Morosini, bergamasco del quartiere Monterosso, era nato il 5 luglio 1986: dopo aver vinto uno scudetto Allievi Nazionali nel 2002 sotto Alessio Pala, senza mai esordire in prima squadra era stato ceduto in comproprietà all’Udinese (che ne rilevò il cartellino per intero nel 2009) giocando anche con Bologna, Vicenza, Reggina e Padova. Il 16 aprile di nove anni fa il Consiglio comunale di Bergamo deliberò di intitolargli la Curva Sud dello stadio.


© RIPRODUZIONE RISERVATA