Venerdì 28 Febbraio 2014

Remer, Carnovali leader con Chieti?

Comark, c’è un primato da blindare

Tommaso Carnovali (Remer) in azione
(Foto by Foto studio Zanetti)

E se nel presentare la sfida di domenica (Pala Facchetti, di Treviglio, ore 18) tra Remer e Chieti parlassimo subito di Tommaso Carnovali? Il triplista per eccellenza, in questione, lo merita a pieni voti visto che da più turni va in doppia cifra con sbalorditiva disinvoltura. Ma il discorso non si esaurisce qui.

Il giovane melzese, tranne che ad Agrigento per l’obbligata permanenza in panchina di Krstovic, non era stato mai incluso nel quintetto di partenza. E come se ciò non bastasse veniva utilizzato a «tempo». L’auspicio è che coach Adriano Vertemati, disponibilità o meno degli altri titolari, promuova Carnovali al ruolo che gli compete.

A giovarne, in primis la squadra, ma pure le quotazioni del suo cartellino. Spostandoci all’appuntamento con Chieti (c’è l’ex Raschi, mano calda inossidabile) chiedere la vittoria a capitan Rossi e compagni è scontato. Ad esigerlo i playoff, un obiettivo nemmeno troppo pretenzioso dal momento che sarà sufficiente piazzarsi al nono posto nella regular season.

A favorire, questa volta, la Remer sono gli avversari, già sconfitti a casa loro nel girone di andata, tuttora in ritardo dai trevigliesi di un paio di lunghezze. Naturalmente per non correre alcun tipo di rischio il team locale dovrà fornire una adeguata prestazione. Da sfruttare al massimo, inoltre, il fattore campo.

Ostica trasferta della Vivigas in quel di Udine (domenica, ore 18). I friulani, quinti in graduatoria, vantano sei punti in più degli avversari di turno, piazzati in una posizione centrale. Servirà, perciò, una prova delle più maiuscole da parte dell’intero collettivo orobico per cercare di sovvertire i pronostici della vigilia.

Nelle vesti di capolista la Comark ospiterà, domenica, al Centro sportivo Italcementi, di via Statuto, a Bergamo (si inizia alle 18,30) il Reggio Emilia, formazione di caratura tecnico medio-bassa. Per Cristiano Masper e compagni vietato distrarsi. In Emilia, un paio di mesi fa, a prevalere fu la squadra allenata da Michele Pasqua. Comark al completo nei nove decimi considerato il perdurare dell’indisponibilità del lungo degente David Drusin.

Arturo Zambaldo

© riproduzione riservata